Cstp, la fine si avvicina. I soci non rispettano la scadenza che si erano dati da soli

Scritto da , 20 giugno 2013

La scadenza se la sono data da soli e non l’hanno rispettata. Se il Cstp si avvicina pericolosamente al fallimento, i suoi proprietari non potranno certamente dormire sonni tranquilli. I versamenti dei soci del Cstp continuano a latitare e, in molti casi, latitano addirittura le convocazioni dei Consigli comunali dei vari enti che dovrebbero deliberare la ricapitalizzazione del Cstp. Oggi è 20 giugno: una data cerchiata di rosso sul calendario degli enti proprietari della società di trasporto pubblico locale salernitana e che loro stessi stabilirono in sede di assemblea lo scorso 5 giugno come termine ultimo per mettere mano al portafogli e provvedere al ripiano delle perdite ed alla ricostituzione del capitale sociale per una somma complessiva che si aggira intorno ai quattro milioni di euro. Un dato, quello relativo alla ricapitalizzazione, che era necessario acquisire entro la giornata di oggi per poi calendarizzare le ulteriori tappe che conducono direttamente alla madre di tutte le date, ovvero quella del primo luglio.

 

20 giugno 2013

 

Servizi e approfondimenti sul quotidiano in edicola 

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->