Crosetto a Salerno per sostenere Esposito

Scritto da , 1 marzo 2018

Marco Giannattasio

«Sono qui oggi per sostenere Gennaro Esposito e sostenere fratelli d’Italia, tutti i candidati di Fratelli d’Italia. Lui all’uninominale sfida ’armata di De Luca e quindi ha bisogno di più sostegno ma siamo qui per tutti i candidati di Fratelli d’Italia. Si può vincere a Salerno presentando le persone conosciute per la loro onestá, per la loro capacità professionale in un partito che è noto per il rigore morale. Io non sono uno che candiderebbe mai il figlio al governo, ho proibito ai miei fratelli di far qualcosa in politica finché ci sono io. Le priorità di Fratelli d’Italia sono di far ripartire l’economia, la flat tax possa essere una degli elementi che la faranno ripartire, come la retribuzione fiscale per i primi 6 anni oppure gli interventi a sostegno della carità». Queste le parole di Guido Crossetto, componente della Segreteria Nazionale di Fratelli d’Italia, il quale ieri è stato all’interno dei Saloni del Grand Hotel Salerno per ribadire l’impegno di Fratelli d’Italia per sostenere gli Italiani. “Patrioti al lavoro” era questo il tema dell’incontro che ha visto presenti: Gennaro Esposito candidato del centro destra nel Collegio Uninominale di Salerno per la Camera dei Deputati, Elena Criscuolo, componente della Segreteria Nazionale di Fratelli d’Italia. Sarebbero dovuti essere presenti anche Edmondo Cirelli ed Antonio Iannone, i quali però non sono potuti venire a causa di impegni di campagna elettorale. «Le imposizioni programmatiche, di Forza Italia e della Lega, le condividiamo tutte ma con delle differenze che ci portano a determinare un passo di diversità ma gli argomenti sono quelli, i punti sono quelli e li accogliamo e li abbiamo accolti sul piano programmatico generale della tradizione. Io penso che la determinazione, la fermezza, la voglia di fare e la concretezza del- l’azione determinano un appello in più sul piano elettorale rispetto al contesto generale, per questo dovremmo essere votati. Assicurare alla patria un maggior grado di sicurezza determina un migliora- mento di tutte le condizioni infrastrutturali e i presupposti per lo sviluppo economico. L’incontro di oggi segna la conclusione di una campagna elettorale che ci ha visti impegnati tra la gente è ci porta ad una determinazione per la quale dobbiamo combattere per un voto utile nelle ultime ore», ha dichiarato Esposito. Successivamente Elena Criscuolo ha esordito dicendo: «Questo è un incontro importante perché vede la presenza di Guido Crossetto che è uno dei fondatori di Fratelli d’Italia quindi avere il suo sostegno qui a Salerno per noi diciamo e valore aggiunto alla nostra campagna elettorale che abbiamo portato avanti con correttezza, con onestà e con la trasparenza che ci contraddistingue, a differenza dei nostri antagonisti che invece sono stati portatori di aggressioni, violenze e mancanza di rispetto, basti ricordare l’episodio dello sputo in faccia a una donna; quindi non possono i sostenitori di questi movimenti, che io non chiamerei neanche sociali, rappresentare l’Italia a nessun livello».

«Con noi una visione diversa per far ripartire l’economia»

“La coalizione c’è ed il programma è stato scritto. Ora bisogna vedere solo il risultato del 4 marzo e decidere quali saranno le persone che incarneranno gli ideali del partito nei vari ministeri. Sono fortemente convinto che i punti fondamentali del programma siano la detassazione delle aziende grazie all’utilizzo di una proposta cruciale, quale è la flat tax. Abbiamo pensato anche un piano per la natalità, per non vivere in un paese che abbia l’età media oltre i sessantacinque anni. Votare Fratelli d’Italia significa votare il partito più serio e l’unico in grado di aiutare realmente il paese.” A parlare è Guido Crossetto, componente della Segreteria Nazionale di Fratelli d’Italia, presente Mercoledi’ a Salerno, allo scopo di sostenere la candidatura di Gennaro Esposito al Collegio Uninominale di Salerno per la Camera dei Deputati. Crossetto prosegue dicendo: “Non esiste un intervento ma esiste una visione diversa di come far ripartire l’economia. È un po’ complesso il nostro programma, io lo spiego in slogan, ho contribuito a scrivere il programma di centro-destra che è frutto di giornate di riflessione e non di slogan ma bisogna sintetizzare tutto perché siamo ormai nell’epoca dei twitt. Il movimento Cinque Stelle è la fine del paese, accettazione della morte del paese. Significa che non abbiamo niente da fare, accontentiamoci di questo è facciamo prendere il nostro lavoro agli immigrati. È la fine, non la decrescita felice ma la decrescita infelice. Io non affiderei mai la mia azienda ad uno che nella vita ha fatto il cameriere, figuriamoci il paese.” In conclusione Elena Criscuolo, componente della Segreteria Nazionale di Fratelli d’Italia afferma: “Sicuramente, allo scopo di conferire sostegno alle imprese, non abbiamo nulla in contrario la flat tax. Ci impegniamo inoltre a garantire maggiore dignità alle forze dell’ordine, sostegno alle famiglie in difficoltà che, con riguardo all’immigrazione incontrollata, è sicuramente un fenomeno che va regolarizzato perché l’integrazione è stato un assoluto insuccesso e quindi bisogna capire chi può restare in Italia e chi no. Il Pd ha portato l’Italia allo sbaraglio. E presente un cospicuo tasso di povertà anche tra il ceto medio, gli anziani hanno una pensione da miseria rispetto ai fondi che vengono messi a disposizione degli immigrati, per i quali l’Italia spende fino a 1200 € al mese. Il Pd ha quindi impoverito il ceto medio ha fatto gli interessi delle banche e delle multinazionali, noi invece vogliamo tutelare le piccole medie imprese e la famiglia; ma la famiglia naturale perché non si possono abrogare le leggi della natura e quindi il bambino ha diritto ad avere un padre ed una madre, con rispettivi ruoli e le rispettive funzioni.”

(Foto di Guglielmo Gambardella)

 

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->