Crescent: Il sondaggio? Già chiuso. I votati? 200

Scritto da , 17 gennaio 2014

Ha colto la palla al balzo sottolineando il risultato “plebiscitario” in favore del Crescent. Ma il fantomatico boom del sondaggio pubblicato su un sito web e fatto in famiglia si traduce in poche cifre: 197 si, 30 no e 3 non saprei. Un sondaggio, tra l’altro, durato pochissimi giorni dopo la decisione da parte dei promotori (Si Crescent) di chiuderlo improvvisamente e di sospendere il tutto dopo alcune polemiche che si era sollevate. Eppure lo stesso primo cittadino ieri con entusiasmo (ai microfoni di Radio Alfa) annunciava: «I cittadini salernitani conoscono bene il progetto e la risposta al sondaggio non è una novità visto che per il 75% (dato delle percentuali di gradimento per De Luca al momento delle elezioni n.d.r.) i salernitani l’hanno voluto. Ci sia una sola persona con la testa sul collo che possa dire di no a 700 parcheggi interrati, ad un’attrazione turistica, ad un progetto di riqualificazione di un territorio degradato, ad una progettazione di uno degli architetti più grandi al mondo». Il tutto mentre il Comitato annunciava: «Si tratta di un sondaggio puramente esplorativo volto a dar voce ai cittadini- precisano – Poiché abbiamo constatato come i toni si siano inaspriti in maniera eccessiva sulla questione Crescent e sui parcheggi, preferiamo sospendere al momento questa consultazione, ribadendo che non abbiamo inteso prendere nessuna posizione politica in merito». Questione di numeri, si potrebbe ipotizzare. Fondamentalmente conti alla mano in una città di più 130mila abitanti i votati tra favorevoli e contrari sono poco più di duecento. Su dieci votanti, se otto votano sì l’80 per cento è assicurato. Il problema è la base di partenza. (andpell)

Consiglia