Covid,in Campania cresce ancora curva contagi

Scritto da , 28 Marzo 2021
image_pdfimage_print

Continua a crescere la curva dei contagi da Covid 19 in Campania. Nelle ultime 24 ore sono 2.209 i nuovi positivi su 20.061 tamponi esaminati: l’incidenza dei contagi sui test e’ dell’11,01% in ulteriore crescita rispetto al 10,46% precedente. Sono 693 i nuovi pazienti sintomatici. Resta alto il numero delle vittime, 31, mentre i guariti sono 2.328. C’e’ pero’ un segnale positivi ed e’ quello del calo del numero dei posti letto occupati in terapia intensiva (168 rispetto a 181 precedenti) mentre aumenta, anche se di poco, il numero dei posti di degenza occupati (1.594 a fronte dei 1586 del report precedente). Sul fronte dei vaccini si registra l’apertura lunedi’ del centro vaccinale di Pompei (Asl Napoli 3 Sud) e oggi quello presso il Museo madre di Napoli, nel centro storico della citta’. Domani a Camposano Dial-Vaccine-Day della Asl Napoli 3 Sud al centro Cepidial Nefro Center (ore 11) con il governatore della regione Campania Vincenzo De Luca e il direttore generale Asl Napoli 3 Sud Gennaro Sosto. Quello del Museo Madre a Napoli e’ il terzo hub dell’Asl Napoli 1 nel capoluogo campano. La prima giornata ha visto 120 prime dosi agli anziani over 80, poi il week end inaugurale prosegue domani con 120 dosi a fragili e ancora over 80. “Cominciamo sempre – spiega all’ANSA Marzo Papa, supervisore delle attivita’ vaccinali dell’Asl Napoli 1 – con numeri bassi in un nuovo hub per testare tutte le procedure e la logistica. La prima giornata e’ andata bene, i cittadini si sono vaccinati in serenita’. Abbiamo convocato persone del quartiere Avvocata, che abitano intorno al Museo. Ora stiamo programmando la prossima settimana anche per il Madre che sara’ un hub del centro storico, possiamo arrivare nei quattro box a 700 vaccinati al giorno”. Ad oggi, in Campania sono 760.846 le dosi di vaccino somministrate. Complessivamente la somministrazione della 1 dose ha riguardato 523.269 cittadini; con la seconda dose sono stati vaccinati 237.577 campani. L’Unita’ di crisi della Regione Campania fa sapere che per molte categorie e’ ancora aperta la piattaforma per le adesioni. Per lunedi’, intanto, i commercianti hanno promosso una manifestazione di protesta per richiamare l’attenzione su un comparto che ormai e’ allo stremo. “Il futuro non si chiude. E’ passato un anno. Non possiamo piu’ aspettare. Anche le imprese muoiono”. E’una saracinesca quasi del tutto abbassata sul futuro quella rappresentata dalla locandina che gli aderenti a Confcommercio esporranno nelle loro vetrine. Lunedi’, nel rispetto delle regole, si accenderanno le luci dei negozi di Napoli. “Saremo all’interno dei nostri negozi per seguire le vendite on line e per dare voce alla protesta perche’ e’ passato un anno e non possiamo piu’ aspettare, ma anche come segnale di speranza”, spiega Carla della Corte presidente di Confcommercio Napoli.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->