Costa d’Amalfi: la Regione nel Consorzio

Scritto da , 4 maggio 2013

La Regione Campania è pronta ad entrare con una propria quota nel Consorzio Aeroporto di Salerno-Pontecagnano. Palazzo Santa Lucia ha manifestato il proprio interesse rispondendo al bando -pubblicato lo scorso 5 marzo – riservato alla “sottoscrizione di quote consortili del Consorzio Aeroporto Salerno Pontecagnano Scarl”. Nel disciplinare pubblicato a marzo viene posto un “tetto” oltre il quale i potenziali nuovi partner non potranno andare: la massima quota di partecipazione cui il potenziale socio potrà dichiararsi interessato è pari a 2 milioni di euro. 
«E’ una notizia importantissima, direi determinante – commenta un’entusiasta Antonio Fasolino, presidente della società consortile – perché dopo la ricezione delle manifestaizoni per la privatizzazione della società di gestione oggi registriamo l’interesse concreto della Regione Campania. L’ingresso nella compagine consortile di Palazzo Santa Lucia non è che una nuova, definitiva conferma che il nostro lavoro, quello che abbiamo portato avanti negli ultimi sette mesi, sta dando i suoi frutti».
Lo scorso 13 febbraio l’Assemblea straordinaria del Consorzio aveva deliberato l’aumento di capitale fino a 10 milioni di euro. Una decisione “necessaria” per provvedere alla gestione ordinaria dello scalo. Nel disciplinare si precisa che all’esito dell’aumento di capitale i soci pubblici deterranno sempre e comunque la maggioranza del capitale societario. Il primo ente a sottoscrivere l’aumento di capitale per oltre 1,6 milioni di euro è stato la Camera di Commercio di Salerno, unico socio a rispondere con costanza alle “richieste” del Consorzio che, fino ad oggi, ha dovuto registrare una serie di non-risposte da parte degli altri partner. Il Consorzio, al 2011, vanta crediti per circa 4 milioni di euro dai soci morosi (nei confronti dei comuni di Salerno e Pontecagnano sono stati notificati due decreti ingiuntivi per circa 2,8 milioni di euro complessivi, ndr).
«Le prime dichiarazioni rilasciate da Vincenzo De Luca – sottolinea Fasolino – ci fanno ben sperare. Il neo-viceministro alle Infrastrutture ha rimesso in agenda, al vertice direi, la questione-aeroporto. Agli auguri di buon lavoro che gli formulo vivamente aggiungo l’auspicio che tutto il lavoro che fin qui abbiamo svolto veda una giusta gratificazione grazie anche alla presenza di De Luca nella compagine governativa. Con l’ingresso della Regione nel Consorzio spero che De Luca si batta per sbloccare i fondi che ci spettano, fermi al Ministero. Da parte mia chiederò subito un incontro con il viceministro: spero anche che il Comune di Salerno riesca quanto prima a rientrare a tutti gli effetti nel Consorzio mettendosi in regola e risolvendo le problematiche relative alle poste del passato».

 

4 maggio 2013

Consiglia