Corte dei Conti: più controlli su partecipate e bilanci

Scritto da , 15 Dicembre 2018
image_pdfimage_print

di And.Pell.

Più controllo sulle partecipate e sugli equilibri di bilancio, la Corte dei Conti richiama l’attenzione dell’amministrazione comunale e degli uffici. Al centro della verifica della sezione controllo della giustizia contabile i riscontri relativi alla gestione economica e finanziaria dell’anno 2017. Quattro le criticità che, secondo la Corte dei Conti, non sarebbero state ancora superate – nonostante le recenti controdeduzioni presentate dall’Ente – ed ora sottoposte all’attenzione del Consiglio comunale di Salerno. In particolare sul controllo sulle partecipate e sulla qualità dei servizi. Sotto la lente d’ingrandimento della magistratura contabile è finita anche la mancata pubblicazione da parte degli organismi partecipati della relativa “Carta dei servizi”. Una vicenda, quest’ultima, sollevata già da qualche anno dal Movimento a difesa del Cittadino, che ha trascinato il Comune di Salerno davanti al Tribunale amministrativo regionale che avrebbe nominato anche un apposito commissario ad acta per l’applicazione. Quanto alla qualità dei servizi, i giudici contabili scrivono: «L’ente non ha operato alcuna analisi sulla qualità effettiva dei servizi con elaborazione ed applicazione di indicatori limitati ai soli di profili di accessibilità ed alla conformazione degli standard di qualità». Maggiori controlli interni e più attenzione, l’invito che la Corte dei Conti, riunitasi lo scorso 10 dicembre, rivolge agli uffici comunali preposti. Troppo esigui – si legge nella delibera – gli atti sottoposti al controllo interno nel corso dell’anno.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->