Corte dei Conti, De Luca difende spese e bilanci

Scritto da , 21 novembre 2014

di Andrea Pellegrino De Luca, Buonaiuto e Della Greca. Ieri mattina c’erano tutti e tre alla Corte dei Conti di Napoli dove sono state presentate le ulteriori controdeduzioni all’indomani della nuova relazione presentata dalla magistratura contabile che ha mosso ben 17 rilievi all’amministrazione comunale di Salerno. Oltre agli atti tecnici predisposti dal dirigente del settore finanziario del Comune di Salerno che ora saranno al vaglio dei giudici contabili, il sindaco Vincenzo De Luca, nel corso del suo intervento, avrebbe contestualizzato il particolare momento storico e la crisi economica che attanaglia i comuni d’Italia. Nel corso dell’udienza, il primo cittadino ha sottolineato come la gestione dell’amministrazione sia avvenuta in maniera rigorosa, dal momento che «sono stati ridotti i costi, mentre in quattro i trasferimenti dello Stato sono diminuiti di un terzo». Insomma, una tesi più politica che altro quella messa su dal primo cittadino di Salerno. Quanto alle controdeduzioni, secondo l’assessore al bilancio Alfonso Buonaiuto, è stato ribadito il superamento di alcuni rilievi mossi dalla Corte dei Conti. Ora le relazioni sono al vaglio dei giudici che dovrà emettere il suo nuovo parere e le eventuali nuove osservazioni. Le contestazioni sono articolate in sedici punti: si va dalla tardiva approvazione del rendiconto 2012 agli equilibri di bilancio, dalle spese per il personale ai rapporti con gli organismi partecipati. Un aspetto cui viene dedicata particolare attenzione è quello dei debiti fuori bilancio. «Si rileva – si legge nella relazione – l’elevato ammontare dei debiti fuori bilancio per 12.625.726,12 euro, oltre a 292.749,14 euro per spese legali. Le modalità di finanziamento prospettate evidenziano le difficoltà dell’ente a fare fronte con risorse ordinarie, ai fini della salvaguardia degli equilibri di bilancio». Rilievi che, uniti a quelli espressi negli altri punti, hanno portato l’estensore della relazione a richiedere l’esame collegiale della Sezione in contraddittorio con l’ente al fine di verificare «l’assenza di irregolarità contabili e finanziarie suscettibili di pregiudicare, anche in prospettiva futura, gli equilibri economico-finanziari». Intanto oggi in giunta approderà l’assestamento di bilancio che arriverà, poi, in Consiglio comunale tra Natale e la fine dell’anno. Il consiglio comunale di lunedì, infatti, si occuperà delle rinegoziazione dei mutui. «E’ un argomento importante – spiega l’assessore Buonaiuto – perché siamo riusciti grazie ad una rimodulazione dei mutui con la cassa depositi e prestiti, ad ottenere un risparmio di un milione di euro all’anno».

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->