Corte d’Appello di Salerno, disposta chiusura degli uffici

Scritto da , 22 Luglio 2020
image_pdfimage_print
di Erika Noschese

Chiudono i locali dell’Unep e sospese tutte le attività. E’ quanto ha comunicato, ieri mattina, la presidente della Corte d’Appello di Salerno Iside Russo, dopo il caso di Coronavirus che ha coinvolto un ufficiale giudiziario addetto ai servizi esterni. Il funzionario del tribunale di Salerno, infatti, nei giorni scorsi ha effettuato un test rapido presso il Ruggi d’Aragona, a causa della presenza di alcuni sintomi riconducibili al Covid. In via precauzionale e a tutela del diritto alla salute dei dipendenti Unep, la presidente Iside Russo ha infatti disposto la chiusura dell’ufficio Nep fino alla sanificazione, prontamente richiesta all’Asl di Salerno. Di fatti, lo scorso 18 luglio l’ospedale ha confermato la positività al Covid dell’ufficiale giudiziario e, nella stessa giornata, è stata effettuata la sanificazione dei tamponi. «Ritenendo necessario sottoporre a tampone tutti i dipendenti dell’Unep di Salerno questa presidenza chiedeva ed otteneva, dal direttore generale dell’Asl di Salerno, che fossero sottoposti a tampone non solo i dipendenti ma anche il personale dell’agenzia incaricata dal Coa di Salerno alla consegna degli atti presso l’Unep nonchè agli addetti alla vigilanza ed alla pulizia», ha dichiarato Iside Russo. La riapertura avverrà solo dopo l’esito dei tamponi mentre il ministero della Giustizia ha decretato la sospensione dei termini di scadenza degli atti dal 17 luglio e fino alla riapertura dell’ufficio Nep di Salerno. Intanto, rimarranno chiusi – fino a nuove disposizioni – anche gli uffici del consiglio dell’ordine degli avvocati di Salerno. Nel frattempo, nella città di Salerno al momento ci sono 16 casi positivi al covid-19 di cui 12 nel rione Carmine. Nuovo caso di Covid-19 a Cava de’ Tirreni:  pare si tratti di un commerciante salernitano che avrebbe accusato dei malori e si sarebbe presentato da solo nel nosocomio metelliano nella tarda mattinata di domenica. Dopo essere entrato nell’area dedicata al Covid del “Santa Maria dell’Olmo”, l’uomo ha spiegato ai medici di accusare un leggero stato febbrile e pertanto è stato sottoposto al test rapido.
L’esito del primo tampone è stato positivo. L’uomo è stato successivamente trasferito in un’altra struttura, dedicata al Covid-19. Adesso bisognerà risalire ai contatti con i familiari per cercare di verificare se ci sono altri eventuali casi di positività tra il nucleo familiare ed altri contatti.
Tutti negativi, invece, i 12 tamponi sui contatti della consigliera comunale di San Giovanni a Piro che qualche giorno fa è risultata positiva al Coronavirus. Lo ha comunicato il direttore del sitretto sanitario 71 Rocco Calabrese mentre nella tarda mattinata di ieri, il Dipartimento di prevenzione dell’Asl, sezione Vallo della Lucania, ha effettuato sette tamponi ad altrettante persone che, preso l’abitazione di un medico di Salerno in pensione sita in località Vecchia Stazione (tra Pisciotta capoluogo e frazione Marina), hanno partecipato ad una cena. Il giorno dopo l’anziano medico ha accusato i sintomi della febbre. Da qui il ricorso al tampone a lui e – attraverso la ricostruzione dei contatti – alle sei persone che erano con lui a cena. In attesa dell’esito sono tutti stati posti in isolamento domiciliare. «Finora il nostro è stato un Comune Covid-free. La malaugurata conferma di sette casi sarebbe un duro colpo all’immagine del nostro paese nel pieno della stagione turistica», ha dichiarato il sindaco del Comune di Pisciotta, Ettore Liguiri.  Sono tre le persone positive al Covid 19, invece, nel comune cilentano di Casal Velino. A confermarlo il sindaco Silvia Pisapia, che ha informato la comunità con un messaggio sulla sua pagina Facebook. Sono tutte persone legale al caso riscontrato nei giorni scorsi come ribadisce la fascia tricolore. «All’esito del caso Covid accertato nei giorni scorsi, ricostruita la catena dei contatti ed effettuati dovuti tamponi, si comunica che il numero dei contagiati a Casal Velino si conferma essere di tre persone, tutte in isolamento», ha dichiarato il sindaco di Casal Velino.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->