Coronavirus, chiesto il rinvio delle udienze al Tribunale di Vallo della Lucania

Scritto da , 25 Febbraio 2020
image_pdfimage_print

Attraverso una nota inviata al presidente del Tribunale di Vallo della Lucania,  Gaetano De Luca, sono stati chiesti provvedimenti per l’emergenza epidemiologica da Coronavirus. A firmare la richiesta sono stati i consiglieri  comunali di Vallo, Nicola Botti e Francesca Serra. Diversi Tribunali del territorio nazionale hanno già adottato autonomi provvedimenti, diretti alla migliore gestione dell’emergenza sanitaria in atto; inoltre con missiva indirizzata al Ministro della Giustizia, il Presidente Nazionale dell’Associazione Italiana Giovani Avvocati ha chiesto, stante lo stato di allerta causato dalla diffusione del virus COVID-19, l’adozione di un provvedimento straordinario di sospensione dei termini sostanziali e processuali su tutto il territorio nazionale in ragione di tutti i procedimenti pendenti, nonché il differimento delle udienze per i prossimi 15 giorni.Pertanto, Botti e Serra chiedono “di valutare l’opportunità di adottare un provvedimento di sospensione temporanea ovvero rinviare d’ufficio per un periodo di 15 giorni:
-le udienze civili, con eccezione dei procedimenti cautelari e d’urgenza o quelle con atti in scadenza;
– le udienze penali, con eccezione per i processi con detenuti o con atti in scadenza e/o indifferibili;
nonché di chiudere gli uffici di cancelleria, tranne che per gli atti in scadenza e/o urgenti”

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->