Consorzio farmaceutico: il posto fu opzionato da Nicola Landolfi

Scritto da , 4 gennaio 2015
image_pdfimage_print

Il Partito democratico salernitano esce a pezzi dalla nomina del nuovo Consiglio d’amministrazione del Consorzio Farmaceutico e dalla nomina alla presidenza di Martino Melchionda. L’asse Aliberti – Voza, rispettivi sindaci di Scafati e Capaccio Paestum, ha funzionato bene, al punto da mettere fuori gioco Vincenzo De Luca ed il Pd che alla presidenza aveva proposto il suo uomo di punta. Ossia Nicola Landolfi, l’attuale segretario provinciale, indicato dai deluchiani alla guida del consorzio che avrebbe dovuto avere anche il placet dello stesso Aliberti, in virtù di un accordo elettorale sancito all’atto delle candidature provinciali e che ha portato, poi alla vittoria di Canfora, anche grazie ai voti giunti da Scafati. Ma alla fine Aliberti avrebbe fatto man bassa, conquistando quasi tutti i posti.

(andpell)

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->