Consorzio, Corona: “Rispoli fantastica”

Scritto da , 29 marzo 2017
Corona

 

di Brigida Vicinanza

“Il sindacalista Rispoli, fantastica. Non ha il senso della realtà. Per quanto mi riguarda mi sto impegnando in tutti i modi per trovare soluzioni per il consorzio di Bacino”. Con queste parole Giuseppe Corona, commissario del Consorzio, risponde ad Angelo Rispoli dopo le accuse degli ultimi giorni da parte del coordinatore della Fiadel. Un silenzio durato a lungo, quello di Corona, ma che ora prova a spiegare anche le sue ragioni. “Non ho mai rifiutato l’incontro in Prefettura, ma anzi ho richiesto da subito che fosse unitario, per il bene di tutti e per poter chiarire una volta per tutte la situazione a sindacati, sindaci e lavoratori. Non c’è nulla di vero nelle parole del sindacalista – ha rimarcato Corona – ma anzi, era stato firmato anche da lui un documento in cui si diceva che l’incontro in Prefettura doveva essere fatto alla presenza di tutti, a me sembra che qui ci sia in atto una guerra di sindacati . Lui chiede che i lavoratori vengano pagati per 36 ore e non per 30. Per pagare questa somma, il Consorzio avrebbe bisogno di fondi, che a sua volta non arrivano dai Comuni – ha spiegato il commissario – di conseguenza il sistema viene messo tutto in discussione e in difficoltà”.  Sulla questione dei lavoratori interinali che lavorano con la Tempor e che ora rischiano di perdere il posto, il commissario Corona ha tenuto a precisare: “Non possiamo più garantire il servizio di sostituzione e quindi il pagamento all’agenzia, se non riusciamo nemmeno ad avere l’ordinario come possiamo garantire lo straordinario? Per legge io non posso assumere i lavoratori dell’agenzia all’interno del Consorzio, non bisogna illudere gli operai, la pianta organica è ferma al 2008”. Oggi infatti ci sarà un incontro tra il commissario del Consorzio e l’agenzia, al quale probabilmente parteciperà anche qualche sindaco dei comuni che usufruiscono del servizio: “Ovviamente la Tempor non ha alcun interesse a continuare il servizio se non viene pagata. E’ d’accordo infatti l’agenzia. Noi facciamo soltanto da tramite con l’agenzia, non possiamo assumere in maniera volontaria i lavoratori che ne fanno parte”. Poi Corona ha concluso: “Non sono mai stato difeso da De Luca, ci tengo a sottolineare. In ogni caso faremo il possibile per provare a cambiare le cose”.

 

Consiglia