Confidunstria fa da mediatore fra i lavoratori e la società

Scritto da , 30 ottobre 2018
image_pdfimage_print

di Red. Cro.

Confindustria prova a mediare tra lavoratori e azienda nella vertenza Cooper Standard di Battipaglia. I vertici dell’associazione salernitana degli imprenditori sono impegnati in questi giorni in una difficile opera di gestione della crisi e delle differenti istanze. La società, che produce materiali in gomma per l’industria automobilistica e ha come principale cliente Fiat Chrysler, vorrebbe dismettere o perlomeno ridimensionare lo stabilimento della Piana del Sele. L’unica ancora di salvataggio sembra essere rappresentata dalla Sud Gomma, un’azienda dell’indotto di Cooper Standard che ha sede a Oliveto Citra e che in linea di massima sarebbe disposta a entrare nell’affare a patto che le commesse aumentino. La proprietà americana di Cooper, nel frattempo, attraverso la sua divisione italiana, ha fatto sapere a più riprese che essendo calati gli ordini l’organico attuale del sito battipagliese non è più sostenibile. La pensano diversamente i dipendenti, secondo i quali le commesse gestite a Battipaglia sono sufficienti per mantenere intatti i livelli occupazionali. Secondo quanto si apprende da fonti confindustriali l’idea è quella di dirottare la discussione presso il ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico, visto che al livello in cui si è giunti solo l’Esecutivo nazionale può avere la forza di trovare un accordo con Cooper Standard e salvare i 100 addetti in bilico tra conferma e licenziamento. Quella di Cooper Standard è una storia tipica della crisi, l’azienda fino al 2016 assumeva ed era considerata un piccolo gioiello produttivo del panorama industriale italiano. Poi qualcosa si è inceppato, i clienti principali (a detta della proprietà) hanno ridotto i contratti di acquisto delle forniture ed è iniziata la parabola discendente. Per i sindacati, invece, si tratta dell’ennesimo gioco al ribasso da parte di imprese senza scrupoli che giocando sulla disperazione della gente per elevare i profitti. Un film, purtroppo, già visto troppe volte nell’agglomerato industriale della Piana. Sulle richieste di intervento di sindaco di Battipaglia e prefetto, avanzate qualche giorno fa dai sindacati, a Confindustria ritengono siano inutili. Il problema deve risolverlo il Governo.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->