Concorsone Campania, Formez: “Ecco le procedure seguite”

Scritto da , 17 Maggio 2021
image_pdfimage_print

“Il 9 luglio 2019 è stato pubblicato il bando per l’assunzione di 2243 risorse in vari enti della Regione Campania. Sono pervenute 1.255.457 domande, per un totale di 303.965 partecipanti singoli. Il Bando prevedeva una prova preselettiva, una prova scritta, 10 mesi di tirocinio retribuito presso gli enti con l’assistenza formativa del Formez (300 ore e project work finale) e infine una prova scritta e una orale di verifica delle competenze acquisite. Sempre secondo il Bando – art. 8 – le prove precedenti al tirocinio erano propedeutiche all’ammissione al corso. L’assunzione era comunque subordinata all’esito positivo delle due prove successive, essenziali per la formazione delle graduatorie finali. Il tirocinio presso gli enti ha preso avvio il 29 luglio 2020 e si concluderà il 31 maggio 2021”. E’ quanto si legge in una nota del Formez in relazione ad alcune notizie comparse sulla stampa, relative al ruolo del Formez nel corso-concorso Ripam Campania. “Con la procedura semplificata introdotta dall’articolo 10 del Dl 44/2021, e in seguito ad una richiesta della Regione Campania, si è deciso di limitare la verifica finale alla prova scritta e di eliminare la prova orale (che peraltro avrebbe comportato tempi molto più lunghi) La Commissione Ripam, riunita il 28 aprile, ha accolto la proposta del Formez per lo svolgimento della prova scritta finale nell’ultima settimana di giugno”, si legge ancora nella nota. “Saranno ammessi alla prova i partecipanti al corso di cui sarà verificata la frequenza minima dell’80% delle ore di formazione. Il Formez – conclude la nota – mettera’ a disposizione degli ammessi il materiale didattico relativo agli argomenti affrontati durante il corso. Ogni altra ricostruzione dei fatti e della posizione del Formez è infondata”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->