Comune, case e negozi fittati a 100 euro. A chi?

Scritto da , 9 marzo 2016
image_pdfimage_print

di Andrea Pellegrino

C'è chi per un immobile comunale paga un canone annuo di 92,88 euro, c'è chi per un locale di 120 metri quadri in via Eugenio Caterina paga un canone annuo di 518 euro. Sono solo alcune delle voci che sono state pubblicate nell'elenco dei beni immobili – con relativo canone (anno 2015) – dal Comune di Salerno. Molti dei quali sono stati messi al bando, ma per ora solo in pochi sono stati venduti. Due ceduti invece alla Samoa restauri, nell'ambito nel baratto istituzionalizzato dall'amministrazione per far fronte alle spese per i lavori pubblici, con la cessione in permuta di alcuni beni municipali. Si tratta di due alloggi in via Cannoniere da 123 e 11 metri quadri.  Immobili comunali a basso fitto anche nel cuore del centro storico. Ed in particolare a via Degli Amalfitani, a pochi passi dal Duomo di San Matteo. Quattordici alloggi di varia metratura, dove il più costoso raggiunge un canone annuo di 866 euro. A via Arce, invece, ci sono tre locali affittati dal Comune di Salerno mentre a Cupa Farano la casa del colono fa 2000 metri quadri è fittata a 891 euro. A via Raffaele Guariglia c'è, invece, un locale (disponibile) che ha un canone di 6,20 euro. Nove sono gli appartamenti che il Comune di Salerno dispone a Bellizzi in via Roma: tutti di 95 metri quadri e tutti fittati a 185,76 euro. A Fisciano, invece, un fondo agrario da 7988 metri quadri viene fittato a 158, 28 euro nel mentre chi è intenzionato potrà fittarsi un intero castagneto a Calvanico da 64mila metri quadri ad 857 euro.
Un patrimonio immenso ma che renderebbe ben poco alle casse comunali. Tant'è che sono anni che il bilancio comunale segna in ingresso le possibile somme da recuperare per la vendita di parte degli alloggi o dei negozi. Ma per ora pare che l'amministrazione comunale abbia racimolato poca roba. Su 868 immobili posseduti dal Comune di Salerno, solo in dieci hanno deciso di compiere il “grande passo” nel 2015. Si tratta di abitazioni, ad eccezione di un locale venduto ad Ogliara. Il tutto per incassare 900.000 euro: a tanto ammonta, infatti, la voce “fitti attivi” del Comune di Salerno. Un po’ poco, in- somma, se si considera che si parla di quasi 900 immobili.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->