Comizio Sarno, piazza sold out

Bimbi dell’asilo con i santini elettorali nello zainetto. Lo ha denunciato l’avvocato Michele Sarno, candidato sindaco della coalizione di centrodestra e liste civiche che, ieri sera, ha chiuso la campagna elettorale in piazza Portanova. Bagno di folla per il candidato sindaco che ha avvicinato a che i giovani e giovanissimi grazie anche alla presenza di numerosi artisti campani. La loro presenza in piazza ieri sera non ha nessun fine politico-partitico ma l’ideale della libertà e della ribellione dal sistema di potere imposto ormai da troppo tempo. “Salerno è un punto di riferimento per la Campania e deve diventare competitiva ed essere all’altezza della sfida con le altre città, oltre che sfruttare al massimo le risorse a disposizione”, hanno dichiarato gli artisti in piazza che, a gran voce, hanno chiesto di poter ricominciare con i concerti in piazza perché, hanno chiarito, “così come sono ammessi i comizi, infatti, dovrebbero essere sbloccati anche i concerti in piena libertà, come si è sempre fatto prima”.

Ad alternarsi sul palco ‘Nto, rapper italiano, emblema della musica rap campana e e cantante noto tra i vari successi per la colonna sonora di Gomorra; l’artista Ivan Granatino, amato da giovani e dai meno; il giovanissimo cantante napoletano Yeshua; il grande cantante emergente Joka; il rapper napoletano Eris Gacha; il trapper irpino Tsunami; Mgs; il trapper napoletano Erresse Levrai; il Producer Nathys; il cantante latino Santiago El Real; il rapper Nachelo; il cantante neomelodico Fabio Vitolo; Jiij, giovane trapper emergente francese; Akey e Joshlo. Sarno, nel corso dell’incontro con gli elettori ha ribadito la sua intenzione di realizzare il Sea Park, grazie al Project Financing per rendere attrattiva la città di Salerno tutto l’anno e non solo in occasione di Luci d’artista. “Indipendentemente da quelle che potevano essere le presenze istituzionali la piazza è colma perché questo corrisponde ad un legittimo senso di liberazione che si vive in città – ha dichiarato il candidato sindaco – Ora si respira aria di cambiamento, di alternativa e tutta questa gente qui, per un candidato sindaco, significa solo una cosa: la gente ha voglia di cambiamento”. Sarno punzecchia poi l’amministrazione di maggioranza uscente: “Continuano a chiedere se dovessi andare al ballottaggio e io continuo a rispondere che dovrebbe essere rivolta a loro questa domanda (la coalizione di centrosinistra ndr) . Sono sicuri di andare al ballottaggio? Noi non escludiamo la vittoria al primo turno”.
Sarno ha catturato anche l’attenzione dei giovani che hanno più volte applaudito alle parole del candidato sindaco, confermando piena fiducia nel suo operato.