Come Napoli, ecco le buche stradali europee

Scritto da , 3 Aprile 2013
image_pdfimage_print

 L’ultima in ordine di tempo è quella apertasi ieri pomeriggio nel bel mezzo di via Roma, nei pressi di Palazzo Sant’Agostino. Ora le voragini sono protagoniste anche a Salerno e i poveri ammortizzatori delle auto gridano vendetta. Siamo talmente invidiosi di Napoli che le buche le stiamo portando anche qui. La situazione delle strade a Salerno è ormai giunta al collasso. Giorno dopo giorno, ed in considerazione anche del continuo maltempo, le strade cittadine, tutte centrali, stanno cedendo. Basta percorrere il viadotto Gatto, oppure transitare all’ingresso della città. Proprio nei pressi del costruendo Crescent e della Piazza della Libertà. Lì mentre le colonne di alzano sempre più, la confinante strada (unica arteria d’accesso alla città), sta sprofondando a mare. Nell’ultimo weekend la zona era completamente allagata mentre s’aggrava il cedimento dell’asfalto, in alcuni tratti, ormai completamente consumato. Situazione, ancor più drammatica, in prossimità dei tombini che con passare delle ore stanno raggiungendo la rete fognaria sottotraccia. L’emergenza è certificata anche dai recenti interventi della polizia locale di Salerno e chissà se come nel capoluogo partenopeo, tra non molto, i caschi bianchi non saranno impiegati a presidiare le buche cittadine, per evitare incidenti di pedoni ed automobilisti. Certo è che siamo in tempo di crisi e le casse comunali sono vuote. Almeno per garantire la manutenzione minima delle strade. Per tutto il resto, invece,  i soldi non mancano. L’ultimo conto del Teatro Verdi, per la stagione operistica, arriva a 3 milioni e 500mila euro.

 

4 aprile 2013

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->