Come cambia la comunicazione politica per catturare il consenso degli elettori

Scritto da , 24 Maggio 2022
image_pdfimage_print

di Alfonso Iannone

Come sono cambiate le regole della comunicazione politica? Quali sono le nuove strategie per catturare il consenso degli elettori e sostenere la governance con efficacia e competenza? A queste domande, di stringente attualità, proveranno a dare una risposta studiosi ed esperti in una giornata di confronto, dialogo e dibattiti dedicata alle formule ed ai principi che ispirano la comunicazione dei leader, alle nuove e moderne metodiche applicate per catturare il consenso, alle espressioni della governance dei conflitti. “In chiaro, conflitti ed opinioni”, questo il tema , avrà luogo presso l’Università degli Studi di Salerno mercoledì 25 maggio 2022. La giornata si articola in due sessioni parallele programmate in mattinata e nella tavola rotonda pomeridiana. Al mattino (ore 11,30, aula SPB, edificio D2), la prima delle due sessioni parallele, sul tema “Talk, le parole dei leader”. Intervengono Sofia Ventura (politologa dell’Università degli Studi di Bologna, editorialista del magazine online Huffington post ed autrice di articoli per il quotidiano francese Le monde), Daniele Vellutino (docente in glottologia e linguistica presso il Dipartimento di Scienze Politiche e della Comunicazione a Salerno, titolare della cattedra Comunicazione pubblica e linguaggi istituzionali), Antonio Martone (Filosofia politica, Università di Salerno), con il coordinamento della giornalista Francesca Salemme.La seconda delle sessioni parallele (Teatro di ateneo, edificio A2, Fisciano) verte sul tema “Going public:come cambiano le strategie del consenso”. Ne discutono Rosanna de Rosa, (docente di comunicazione politica e comunicazione pubblica presso il Dipartimento di Scienze Sociali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, esperta di constituency communication, democrazia elettronica e big data), Giovanni Diamanti (cofondatore di Youtrend, magazine on line dedicato a sondaggi e trend sociali, economici e politici), Alfonso Amendola (docente di Media classici e media digitali, Sociologia dell’immaginario tecnologico, Sociologia delle arti elettroniche e Sociologia dei processi culturali ed internet studies presso il Dipartimento di Scienze aziendali e managementi innovation system dell’ateneo salernitano), Salvatore Esposito (consulente di comunicazione pubblica), con il coordinamento di Agostino Vollero (digital marketing and web analytics presso il Dipartimento di Scienze politiche della comunicazione dell’ateneo salernitano).Nel pomeriggio, alle ore 15,00, presso il Teatro di ateneo, è in programma la tavola rotonda, introdotta dal Magnifico Rettore Vincenzo Loia, sul tema “Governare il conflitto”, con Angelo Mellone (giornalista e scrittore, Vice direttore di Rai 1) e la partecipazione del politologo Gianfranco Pasquino (professore emerito di Scienza della politica, Università degli Studi di Bologna), Gennaro Iorio (Direttore del dipartimento di Studi politici e sociali presso l’ateneo salernitano), Virgilio d’Antonio (Direttore del dipartimento di Scienze politiche e della comunicazione a Salerno), Franceso Amoretti (Presidente del Consiglio Didattico di Scienze delle relazioni internazionali, Dipartimento di Scienze aziendali, management and innovation systems presso l’Università di Salerno e fondatore e direttore dell’Internet and communication Policy Center – ICPC).

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->