Colimoro, atti intimidatori contro Cronache del Salernitano

Scritto da , 4 ottobre 2013

“Il Sindacato dei giornalisti della Campania e’ vicino ai colleghi, ai tecnici e al personale amministrativo della redazione del quotidiano di Salerno e Provincia Cronache del Salernitano vittime questa mattina dell’ennesimo episodio di violenza e di intimidazione”. A sottolinearlo e’ Assostampa Campania in una nota a firma del presidente Vincenzo Colimoro. “Soggetti non identificati, infatti, – prosegue la nota – come spiega il direttore della testata Tommaso D’Angelo, hanno costretto alcuni edicolanti di Cava dei Tirreni, a strappare le locandine gia’ esposte che riportavano la notizia sui nuovi clan di camorra, Celentano e Bisogno, che puntano alla conquista del territorio”. “Alla redazione del quotidiano Cronache di Salerno va il sostegno e la solidarieta’ del Sindacato dei Giornalisti della Campania – e’ scritto ancora nel comunicato – che respinge con forza ogni forma di intimidazione e tentativo di fermare la liberta’ di stampa e di informazione con la violenza, specie quando questi atti vengono compiuti nel tentativo di fermare le inchieste giornalistiche che cercano di far luce sulle attivita’ della criminalita’ organizzata. Com’e’ noto fare giornalismo di inchiesta in Campania e’ particolarmente difficile per l’alto tasso di criminalita’ presente”. “In tal senso il Sindacato dei Giornalisti, – conclude Colimoro – confidando in una pronta indagine e repressione da parte delle autorita’ inquirenti di tali episodi, auspica che le forze dell’ordine vogliano garantire ai colleghi la necessaria tutela affinche’ possano continuare serenamente a svolgere il proprio fondamentale ruolo di informare i cittadini”.

Consiglia