Città ostaggio dell’Autorità portuale, De Luca: «Fermeremo i camion»

Scritto da , 5 maggio 2018
image_pdfimage_print

Brigida Vicinanza

«Se in queste ore non cambierà la situazione traffico a Salerno, il Comune non dovrà fare altro che emettere un’ordinanza di divieto di ingresso e uscita ai mezzi pesanti dal Porto di Salerno». Il Governatore della Campania Vincenzo De Luca lancia il monito al sindaco Vincenzo Napoli e traccia la linea per risolvere (almeno in parte) la tragica situazione del traffico in ciottà di questi giorni. Da Vietri al viadotto Gatto, fino alla zona orientale una città ostaggio – compresi gli automobilisti – di camion, tir e mezzi pesanti che entrano ed escono dal porto cittadino. Dito puntato contro l’Autorità portuale di Salerno da parte del presidente della Regione durante il consueto appuntamento a Liratv del venerdì pomeriggio. «Questi problemi vanno governati per tempo senza che nessuno debba essere costretto poi a prendere provvedimenti di conseguenza – ha sottolineato l’ex primo cittadino di Salerno – siamo venuti a conoscenza solo in queste ore che una linea di camion diretti al porto di Napoli ha cambiato rotta verso il porto di Salerno, creando così dei disagi immani». Insomma, sulla questione scende in campo anche il Governatore, che probabilmente avrà avuto le stesse difficoltà dei salernitani in questi giorni a viaggiare tra Napoli e Salerno e dà le direttive a Palazzo di Città affinchè prendano posizione in merito al caso che sta tenendo tutti immobili per le strade principali di collegamento con la città e in città. Il primo cittadino Enzo Napoli intanto in mattinata aveva già mostrato le sue perplessità al margine di una conferenza stampa a Palazzo di Città, tirando in ballo anche Porta Ovest, ancora completamente bloccata e che per ora non vedrà la “luce” in fondo al tunnel. Nel frattempo però il si attendono i provvedimenti da parte del Comune, soprattutto dopo le linee guida lasciate dal Presidente.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->