Circa 500 studenti di 17 scuole salernitane: ”Insieme si può”

Scritto da , 6 maggio 2016

Circa 500 studenti di 17 scuole salernitane hanno realizzato dei progetti per valorizzare le tradizioni e la storia del nostro territorio nell’ambito del progetto ”Insieme si può”, promosso dai giovani rotariani dei Club salernitani dell’ Interact, presieduto da Francesca Laudisio, e Rotaract: Rotaract Salerno, presieduto da Giovanni Licciardi, Rotaract Duomo, presieduto da Giuseppe Barbato, e Rotaract Campus dei Due Principati, presieduto da Valentina Di Domenico, con la collaborazione dell’Inner Wheel Salerno Carf, presieduto dalla professoressa Marisa Parisi Sarnelli. Tutti i progetti saranno presentati martedì 10 maggio al Complesso Santa Sofia di Piazza Abate Conforti, come ha ricordato il Sindaco Vincenzo Napoli che ieri mattina, nella Sala del Gonfalone del Palazzo di Città, ha partecipato alla presentazione della manifestazione :” Un ‘iniziativa splendida, utile alla città, che ha messo in moto le energie intelligenti dei giovani. L’abilità è stata anche quella di coinvolgere le scuole che a Salerno hanno un rapporto proficuo con il territorio”. Anche l’assessore alla Pubblica Istruzione Eva Avossa, ha sottolineato l’importanza di valorizzare la storia del nostro territorio e apprezzato il lavoro fatto dai giovani rotariani: ”Rappresentano l’eccellenza dei giovani salernitani. Invitano altri giovani a farsi promotori di cultura e socialità L’ istituzione che rappresento ha il dovere di occuparsi dell’educazione e della formazione dei giovani della città, ma non può farlo da sola e quindi la scuola, la famiglia e le associazioni, tutti insieme, devono sentirsi responsabili educativi”. A portare i saluti del Provveditore agli Studi di Salerno, Renato Pagliara è stata la dottoressa Ketty Volpe che ha apprezzato l’idea progettuale e la grande sinergia creatasi tra i giovani dei Club rotariani, le socie dell’Inner Wheel e gli studenti e i professori delle scuole salernitane:” C’è lo sforzo ineguagliabile di far divenire la scuola salernitana una community, con lo sguardo rivolto al mondo, ma con il focus allargato sulla propria città. Questo è il modo nuovo di fare scuola. E’ la scuola 3.0”. Il Past President del Club Rotaract Salerno Luca Brando, dopo aver spiegato cos’è il Rotaract :”Un Club di servizio del Rotary composto da giovani dai 18 ai 30 anni” e gli obiettivi che si prefigge, ”Servire la propria comunità al di sopra di ogni interesse personale” ha ringraziato le rappresentanti del Club Inner Wheel Salerno Carf: la Presidente, Marisa Parisi Sarnelli, e le socie che hanno contribuito fattivamente alla realizzazione del progetto: Marianna Blasi Bortone,  Lorella Tommasetti Iacovone, Gina Cioffi Visciani, Prosperina Trani Gallotti, Caterina Cuzzocrea Marsilia e Pina Miale Bruno. Luca Brando ha ringraziato anche i presidenti dei cinque Club Rotary salernitani: Pierluigi Carraro, Pacifico Marinato, Vittorio Salemme, Giuseppe Pizzuti e Michele Galderisi, che hanno sponsorizzato l’evento. La Presidente del Club Rotaract Campus Nord dei Due Principati, Valentina Di Domenico, ha presentato gli istituti che hanno partecipato al progetto:” Le scuole secondarie di I grado: Lanzalone (Dirigente Anna Maria Grimaldi); Monterisi (Dirigente Concetta Carrozzo); Filippo Smaldone (Dirigente: Suor Carmela De Bellonia); Pirro (Dirigente Sabrina Rega), Convitto Nazionale Tasso (Dirigente Virginia Loddo); Giovanni XXIII (Dirigente Barbara Figliolia). L’Istituto Alberghiero Virtuoso (Dirigente Gianfranco Casaburi); l’ Istituto Nautico Giovanni XXIII (Dirigente Daniela Novi); il Professionale per l’Agricoltura ProfAgri Salerno (Dirigente: Alessandro Turchi), Istituto Tecnico Commerciale Amendola (Dirigente Annarita Carrafiello); il Liceo Artistico Sabatini-Menna (Dirigente Ester Andreola); il Liceo Classico Tasso (Dirigente Carmela Santarcangelo); il Liceo Scientifico Severi (Dirigente Caterina Cimino); il Liceo Statale Alfano I (Dirigente Elisabetta Barone); il Liceo Regina Margherita (Dirigente Virginia Loddo); l’Istituto d’ Istruzione Superiore Da Vinci-Genovesi (Dirigente Nicola Annunziata). La Presidente Di Domenico ha anche svelato alcuni dei progetti che saranno presentati il 10 maggio a Santa Sofia:” Vanno dalla realizzazione di un libro dedicato a San Matteo alla realizzazione di una edicola votiva; dalla realizzazione di una serra didattica alla realizzazione di video e di poesie dedicate alla Salerno antica, ma anche alla Salerno moderna: quella della Stazione Marittima di Zaha Hadid”. Il Vice Presidente del Club Rotaract Salerno Duomo Antonio Iuliano, ha ricordato che lo scopo del progetto è quello di promuovere le eccellenze del nostro territorio:” Stimolando i ragazzi delle scuole medie e superiori salernitane a creare progetti che potessero arricchire la nostra città. La risposta è stata estremamente positiva: ogni scuola, sfruttando le proprie competenze e le proprie peculiarità, è riuscita a proporre interessanti progetti. Crediamo di aver dato un grande esempio di “Buona Scuola” grazie alla diffusione di un importante messaggio: “Insieme si può”.

Aniello Palumbo

 

 

Consiglia