Chiamata alle armi, sprint finale prima del voto per il sindaco Vincenzo Napoli

Scritto da , 26 Settembre 2021
image_pdfimage_print

di Erika Noschese

Vincere al primo turno. È questo l’obiettivo di Vincenzo Napoli, sindaco uscente ricandidato con la coalizione di centro sinistra e nove liste a suo sostegno che, ieri mattina, ha incontrato tutti i candidati al consiglio comunale alla stazione Marittima a pochi giorni dal voto. “Noi abbiamo fatto delle belle liste, i miei candidati si stanno muovendo con solerzia, con grande spirito costruttivo, di buona volontà”, ha dichiarato il primo cittadino che, in questi giorni, sta incontrando gli elettori nei quartieri. “Siamo presenti dappertutto nei quartieri, stiamo facendo dei giri ricognitivi per ascoltare dalla vivavoce dei miei concittadini quali sono le obiezioni, le critiche e i suggerimenti perché noi così facciamo le campagne elettorali, non negli studi televisivi, con tutto il rispetto ma le facciamo per strada, incontrando le persone e guardandole negli occhi e noi, dal canto nostro, ci mettiamo la faccia; siamo pronti ad ascoltare ogni tipo di suggerimento, in buona fede, che ci proviene”, ha aggiunto il primo cittadino. Presente anche il vice presidente del Pd alla Camera dei Deputati Piero De Luca che ha ribadito la necessità di una continuità amministrativa per portare avanti le grandi opere in fase di realizzazione. “Era importante ritrovarsi, ad una settimana dal voto, in un luogo simbolico, piazza della Libertà, appena aperta. Questa è diventata l’immagine più rappresentativa della nuova Salerno nel mondo; un luogo incantevole al centro delle due costiere ma non è solo un’immagine da cartolina ma il simbolo del rilancio economico, lavorativo e occupazione di Salerno, nei prossimi anni. 700 posti auto, a servizio delle attività del centro storico, numerose attività ristorative, commerciali, bar nel sottopiazza che daranno lavoro a centinaia di salernitani – ha dichiarato il parlamentare salernitano – E sarà uno straordinario attrattore turistico, insieme alle navi da crociera, all’aeroporto, alle nuove spiagge rendendo Salerno tra le mete turistiche più affascinanti e attrattive del nuovo Paese”. De Luca junior punta poi l’attenzione su piazza della Libertà, simbolo per tutto il sud Italia: “Questa piazza è il simbolo del riscatto e dell’orgoglio di un sud d’eccellenza che vuole competere con altre aree del Paese, attraverso la competitività, lo sviluppo, la modernità e lo fa attraverso le risorse europee che arriveranno, le capacità amministrative che questa giunta ha messo in campo fino ad ora e sarà in grado di mettere in campo nei prossimi anni”. E poi l’attacco ai diretti competitor di Napoli: “Dall’altra parte, ci sono forze politiche che hanno lavorato per non ottenere risorse europee nei prossimi anni, per non darle al Mezzogiorno oppure ci sono forze politiche che hanno lavorato contro quest’opera e il modello sviluppo che Salerno ha messo in campo per i prossimi anni. Occorre dare forza e fiducia alla candidatura di Vincenzo Napoli perché vuol dire dare fiducia al progetto di sviluppo della nostra città e darà un segnale di fiducia e di ottimismo per il rilancio dell’intero Paese – ha aggiunto – E’ importante vincere ed è importante per la città di Salerno dare continuità al lavoro amministrativo svolto in questi anni, va portato avanti, rilanciato nei servizi al cittadino e gli interventi nei quartieri ma che non può interrompere il percorso di progettualità e di visione che abbiamo dato alla città, in questi anni e in futuro. Crediamo giusto dare fiducia al sindaco Napoli per continuare il percorso di sviluppo di una città che è diventata simbolo della modernità del Paese e del Mezzogiorno”. Crede nella vittoria al primo turno, con un abbondante 60%, invece, il consigliere regionale Luca Cascone secondo il quale “è indispensabile andare nel segno della continuità. Abbiamo messo in campo, anche grazie all’aiuto della Regione, un grande programma di investimenti, crescita del territorio che continuerà a cambiare il volto di questa città, con la continuità in Enzo Napoli potremmo davvero portare a casa tutti questi risultati. Parlo del Palazzetto dello Sport, il completamento del ripascimento, nuovo aeroporto e abbiamo tante cose da fare e dobbiamo continuare a farlo con questa squadra”. Intanto, i socialisti rivendicano il ruolo che svolgono all’interno del centro sinistra “radice e non cespuglio” della coalizione, come ha dichiarato anche il segretario provinciale Silvano Del Duca. “Abbiamo messo in campo una lista forte, abbiamo dimostrato di scegliere con cura i candidati e le candidate, abbiamo offerto alla città le migliori energie per poter continuare questa straordinaria esperienza amministrativa – ha dichiarato il segretario provinciale -Sono stati cinque anni importanti in cui il nostro gruppo consiliare e l’assessore alla Cultura hanno dato un contributo per cercare di rilanciare con forza gli asset strategici dell’economia cittadina; la Salerno del domani guarda alle infrastrutture, alle grandi opere; è una Salerno che guarda al terziario, al turismo, al rilancio dell’economia all’indomani della pandemia e al rilancio dell’occupazione, soprattutto quello giovanile. Lo faremo con la convinzione di sempre e la voglia di continuare questo percorso. I socialisti saranno la conferma e la sorpresa di questa tornata elettorale dimostrando di essere radice e non cespuglio di questo centro sinistra”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->