Chiacchio: «Sbagliato non ricorrere al Tnas»

Scritto da , 20 febbraio 2014

di Filippo Attianese NOCERA INFERIORE. Mancava solo l’ufficialità ma si sapeva ormai da tempo. La Nocerina non ricorrerà al Tnas; lo aveva già detto l’amministratore delegato Matteo Canale che ieri lo ha comunicato anche presso gli uffici della Lega Pro. Il club rossonero, quindi, rinuncerà alla possibilità di ricorrere al terzo grado di giudizio quello che, essendo fuori dalla Figc, avrebbe forse potuto determinare una svolta. Ma al danno potrebbe aggiungersi anche la beffa: al Tnas, infatti, ricorreranno calciatori e tecnici: se l’organo del Coni dovesse derubricare l’illecito la Nocerina rimarrebbe comunque esclusa dal campionato pur non avendo praticamente più alcuna responsabilità da scontare. Una notizia accolta dai tifosi con rammarico; qualcuno ha addirittura proposto una colletta per raccogliere i soldi necessari a ricorrere al Tnas (ci vorrebbero seimila euro per ogni dirigente e per la società oltre al pagamento delle spese legali dei processi di primo, secondo e terzo grado); la proposta, però, non ha avuto grande seguito. Regna soprattutto la rassegnazione, la consapevolezza che il destino della Nocerina sia ormai segnato. Rassegnazione che emerge anche dalle parole dell’avvocato Chiacchio: “la sede naturale presso cui ricorrere in casi del genere è rappresentata proprio dal Tnas,” spiega il legale rossonero, “sarebbe un peccato se tesserati e dirigenti dovessero avere la derubricazione del reato con la società invece esclusa dal campionato; non dico che sia certo che le istanze possano essere accolte dal Coni ma potrebbe succedere di tutto: basta pensare al caso del Potenza che fu riammesso a giocare proprio grazie al Tnas; in quel caso la squadra lucana era addirittura implicata per responsabilità diretta e non oggettiva.” Responso positivo, invece, per quel che riguarda il settore giovanile. La società rossonera ha ottenuto il consenso dalla Lega per proseguire l’attività delle formazioni Berretti, Allievi e Giovanissimi. “Proveremo a non disperdere questo patrimonio,” ha spiegato l’amministratore delegato Matteo Canale, “faremo il possibile per non far mancare niente a questi ragazzi; nei prossimi giorni cercheremo di organizzarci al meglio per permettere a tutti di scendere in campo fino al termine della stagione regolare.” Di sicuro c’è che i ragazzi rossoneri scenderanno in campo nel week-end così come è certo che la Nocerina non ha ottemperato i pagamenti degli stipendi di Novembre e Dicembre; in arrivo per il club un nuovo deferimento con relativa penalizzazione, da scontare nella prossima stagione.

Consiglia