Chi ha detto che le donne non lo possono fare?

Scritto da , 25 Settembre 2014
image_pdfimage_print

In America, i grandi magazzini del fai da te tengono lezioni pratiche per le donne, che oltre ai lavori casalinghi potranno immergersi nel bricolage e ferramenta.Definita l’ultima rivoluzione culturale americana che ha attraversato l’oceano fino ad arrivare qui da noi.

In Italia ci hanno pensato infatti Maria Teresa Pisani e Giulia Quattrocchi, ingegneri ambientali di profession, fondando una scuola che fornisce competenze per diventare tuttofare. In particolare a Milano, con “Fix hand Chic”, donne (ma anche uomini poco pratici) potranno partecipare a dei corsi mirati al recupero delle competenze di base nell’ambito del “fai da te”casalingo.

Un’idea nata da una necessità personale delle due ingegneri, stanche di chiedere aiuto per ogni minima banalità.

Il corso si struttura in 4 moduli, indipendenti, che trattano problematiche relative alla muratura (scelta dei tasselli, uso del trapano, stuccatura…), all’idraulica (riparare un rubinetto che perde, sostituire una guarnizione, pulire gli scarichi…), all’elettricità (sostituire una presa, cambiare una spina, montare un faretto…) e, infine, alla sartoria (attaccare un bottone, rammendare, fare un orlo…).

Come ogni corso, c’è una parte teorica mirata a conoscere l’ambiente domestico e l’attrezzatura necessaria.

Naturalmente per chi non può recarsi ai corsi c’è Internet, grazie al sito faidate.donnad.it un vero e proprio vademecum per le signore.

di Letizia Giugliano

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->