Chengdu Services: ecco i primi accordi dalla Florence Design Week

Scritto da , 29 Luglio 2019
image_pdfimage_print

La delegazione cinese ha nel mirino percorsi artistici che interesseranno anche la regione Campania

 di Maria Letizia Paiato

 La delegazione della città cinese di Chengdu, protagonista della Florence Design Week dello scorso giugno dove, nel corso di una conferenza sul tema “Servizi di Chengdu” e “Creatività di Chengdu” ha promosso un’importante discussione sui temi dell’arte, della ricerca e sviluppo del design, oggi dichiara i primi accordi di questo percorso che interessano anche la regione Campania. Ricordiamo che, in quel contesto, sono stati 5 i membri premiati della delegazione di Chengdu: la Lifang International Digital Technologies Co., Ltd., il Centro di Ricerca di Estetica di Vita della Provincia di Sichuan (Sichuan Life Aesthetic Association), la Chengdu Nongyuan Culture and Art Promotion Co., Ltd., Chengdu Dantang Culture Promotion Co., Ltd., infine, il marchio Bampo, i quali si sono aggiudicati il Premio Design Firenze per le Aziende. Ma ancora, la maestra nel ricamo di stile Shu, Bai Hua, già vincitrice del premio d’oro del Golden Panda Design Award, e Wang Shanshan hanno ottenuto il prestigioso Premio Design Firenze come artisti individuali. Da qui, sono già nati nuovi partenariati secondo innovative forme di cooperazione culturale-commerciale che guardano alle interessanti risorse industriali che offre l’Italia, ma anche e soprattutto la Campania, individuata da Chengdu come un territorio interessante per lo sviluppo di possibili temi sul futuro del mercato artistico-culturale.  In particolare il mercato cinese della pelletteria e vari trend di design specifici delle aziende di Chengdu, vedono qui ulteriori capacità progettuali capaci di integrarsi efficacemente alle quelle di Chengdu stessa, ovvero vedono nel dialogo con aziende del nostro territorio l’opportunità di generare qualcosa di originale capace di raccontare le migliori tradizioni artigianali dei rispettivi paesi, per collocarsi in seguito sul mercato del design internazionale come progetto pioniere nel commercio culturale. Si tratta di una grande opportunità che la nostra regione è pronta a cogliere mettendo a disposizione i migliori professionisti in questo campo, il proprio sapere e le proprie risorse. Dalla tradizione all’innovazione, grazie ai servizi di Chengdu anche la Campania è pronta per una nuova sfida i cui risultati concreti si apprezzeranno a partire  dal prossimo autunno.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->