Centrale Unica di Committenza, protocollo di adesione di Torre Annunziata, Gragnano e Boscotrecase

Scritto da , 29 ottobre 2015

Starita:« Contenimento della spesa, più controlli e trasparenza.»

 

I sindaci di Boscotracase Agnese Borrelli, di Torre Annunziata Giosuè Starita e il sindaco facente funzioni di Gragnano Alberto Vitale hanno sottoscritto questa mattina a Palazzo Criscuolo il protocollo di adesione alla Centrale Unica di Committenza, organo che centralizza ogni genere di lavori, servizi e forniture per i tre comuni, di cui Torre Annunziata è capofila. In tal modo i tre comuni si sono tempestivamente adeguati alla normativa (articolo 33 del D.Lgs 163/06) che appunto prevede la centralizzazione degli acquisti, delle gare d’appalto e dei lavori di più comuni, allo scopo di ottimizzare e contenere i costi, e di rafforzare gli elementi di controllo e di trasparenza.  «Ci siamo armonizzati alle scelte legislative – commenta il sindaco Starita –  adottando questo strumento che sicuramente ci farà abbattere i costi, ma soprattutto favorirà la trasparenza. Anche prima, come Amministrazione Comunale, avevamo adottato lo schema dell’Agenzia Nazionale Anti Corruzione; il C.U.C firmato oggi rafforzerà questo percorso. Vorrei anche sottolineare lo spirito di coesione tra i comuni con i cui sindaci stamane ho firmato il protocollo: una collaborazione che andrà anche oltre, e che si sostanzierà in ulteriori iniziative. In particolare, nei programmi della regione Campania è prevista proprio l’opportunità di unione di più comuni per partecipare al nuovo bando Più Europa; con la città di Boscotrecase si potrà ipotizzare una linea di sviluppo che dal mare arriva al Vesuvio, valorizzando entrambe le nostre risorse.»

Consiglia