Cento cantieri aperti in tutta la provincia

Scritto da , 13 Ottobre 2012
image_pdfimage_print

 Lavori pubblici e viabilità , Manutenzione stradale, Espropri ed Edilizia Scolastica. Nel secondo semestre del 2012 in questi settori sono più di cento i cantieri aperti dalla Provincia di Salerno. Un cantiere al giorno per cui sono stati spesi oltre 106 milioni di euro di cui 36 per opere già ultimate e 70 per opere in avvio. In particolare, negli ultimi mesi, l’amministrazione guidata dal
presidente Edmondo Cirielli ha attuato un programma di realizzazione di
grandi opere di edilizia scolastica e stradali. Con riferimento agli
edifici scolastici nel corso del mese di luglio sono già iniziati i
lavori di realizzazione del polo scolastico di Contursi Terme, mentre
tra settembre e ottobre partiranno quelli di due nuovi poli scolastici
nei comuni di Mercato San Severino e Sarno. Verrà , inoltre, inaugurata
una parte delle opere di completamento del liceo scientifico di
Roccadaspide. L’amministrazione provinciale presenterà , anche nei
prossimi giorni, un’idea progettuale volta alla realizzazione della
“Città della scuola a Cava de’Tirreni” con la finalità di raggruppare la
maggior parte degli istituti scolastici superiori presenti in tale
comune in un unico polo attrezzato e facilmente accessibile. La spesa
complessiva per tale opera sarà di 29 milioni di euro. Tra le
infrastrutture in avvio anche il nuovo svincolo di Contursi Terme (oltre
4 milioni di euro), il consolidamento statico della ex S.S. 447 nel
comune di Pisciotta (380 mila euro). Tra i tanti cantieri prossimi
all’apertura anche quelli che prevedono la messa in sicurezza di alcune
arterie stradali come le Strade Provinciali 13 (Comune di Stio), 116
(Sessa Cilento), 83 (Cicerale) e 16 (Comune di Tortorella) ecc.. Molto
soddisfatto per il lavoro svolto finora dalla sua amministrazione in
questi settori si è detto il presidente della Provincia, Edmondo
Cirielli, che ieri mattina era presente alla conferenza stampa indetta
dall’assessore Marcello Feola per illustrare i cantieri aperti e quelli
prossimi a vedere la luce. « In questi tre anni la Provincia guidata
dal centrodestra ha messo in campo tanti progetti nei settori che
amministra, in un momento nel quale il Governo Monti ha ridotto di quasi
l’80% i suoi trasferimenti, ha impedito all’ente di contrarre mutui per
fare opere pubbliche e quindi abbiamo dovuto fare una finanza creativa.
Lo stato complessivo delle opere pubbliche e della viabilità
salernitana – ha rivendicato Cirielli – è migliore di tre anni fa quando
si spendevano 30 milioni di euro per la manutenzione, oggi solo 3, e
oggi sono state riattivate opere importanti come la Fondovalle Calore,
l’Aversana, l’alternativa alla S.S 18, la ripresa del progetto della
Pisciottana» . Durante il suo intervento Cirielli ha rivendicato la scelta di affidare i lavori ad aziende esclusivamente salernitane. « Possiamo
dire con orgoglio che noi non abbiamo chiamato ditte di fiducia. Il
criterio utilizzato è stato quello del chilometro zero. E’ un’invenzione
prevista da una legge nazionale sugli appalti che consente di scegliere
le ditte di fiducia con qualsiasi tipo di criterio. La nostra fiducia è
che si tratta di ditte salernitane. Dunque, oltre il 90% dei cantieri
vengono aperti da aziende salernitane. In altre città – ha sottolineato
l’esponente del Popolo della Libertà   – questo non avviene e in molti
casi prevalgono aziende del casertano ma da noi non è così» . Sulla
stessa linea l’assessore provinciale Feola: « Un risultato importante che
dimostra la visione strategica e la capacità di realizzazione
dell'amministrazione provinciale che anche grazie al supporto
qualificato dei suoi uffici, riesce a dare risposte concrete ai
cittadini» .

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->