Celano: «Noi amministratori liberi»

Scritto da , 27 dicembre 2012
image_pdfimage_print

«Noi non siamo una corrente, nè una componente del centro destra salernitano ed in modo particolare di Fratelli D’Italia – Centrodestra nazionale».
I vertici della neonata associazione Nova Res, presentata ufficialmente nella mattinata di ieri all’interno della Sala Moka di Salerno, sanno bene che, in questi giorni, ogni iniziativa può essere letta in chiave elettorale. E per questa ragione chiariscono subito le finalità dell’inziativa. «Siamo un gruppo di amministratori liberi», dice Roberto Celano, promotore della nascita dell’associazione, «non siamo e non vogliamo diventare un partito ed abbiamo come riferimenti politici Edmondo Cirielli, Antonio Iannone e Stefano Caldoro».
Più centro destra di così si muore ma non mancano le critiche agli errori commessi in passato dallo stesso Pdl che, come sottolineato dal Presidente di Nova Res, Giampiero Nuzzo, Sindaco di Caselle in Pittari «si è allontanato da alcuni territori della Provincia di Salerno, dove sono rimasti soli gli amministratori locali». Sindaci, assessori comunali, consiglieri: questo l’identikit dei 30 soci fondatori dell’associazione politico culturale che punta ad allargare i suoi orizzonti.
E le elezioni politiche ?
 «Non chiediamo nulla», precisa Nuzzo, «ma è chiaro che rappresentiamo una fetta importante del territorio, dell’elettorato di centro destra. Chiediamo ai vertici di Fratelli d’Italia di utilizzare, nella scelta delle candidature, criteri e metodi ben precisi che si rifanno al consenso ed alla meritocrazia». L’associazione Nova Res, almeno per il momento, non ha adesione nè a Pontecagnano Faiano nè a Scafati, dove si andrà al voto per le Comunali nel 2013 ma «non è detto che il nostro simbolo», sottolinea Roberto Celano, «possa essere presente alle prossime tornate elettorali per le amministrative, sempre che il partito (Fratelli d’Italia, ndr) ce lo chieda». Un primo banco di prova potrebbe arrivare nel Comune di Pellezzano dove ha aderito uno degli assessori comunali, eletto con il maggior numero di voti: Vincenzo Bove. Insomma, un potenziale listone civico da utilizzare come sostegno ai partiti classici e tradizionali. Ma quali sono i rapporti tra Nova Res ed il neonato movimento di Ignazio La Russa e Giorgia Meloni? La maggior parte dei soci fondatori ha anche aderito a Fratelli D’Italia – Centrodestra nazionale ma il tesoriere dell’associazione Gennaro Esposito, già Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti a Palazzo Sant’Agostino, ci tiene a fare una precisazione: «io non ho ancora aderito al partito, perchè il partito non esiste ancora, quando ci verrà presentato faremo le nostre valutazioni». Nel frattempo il tricolore è già al centro dell’attività politica perchè il simbolo dell’associazione è una bandiera italiana stilizzata, nella quale si possono vedere alcune persone in movimento. Ecco l’elenco completo dei soci fondatori: Giampiero Nuzzo (Sindaco di Caselle in Pittari), Lucia Mammato (Consigliere Comunale di Maiori), Roberto Celano (Consigliere Comunale di Salerno), Gennaro Esposito (Consigliere Comunale di Baronissi), Lazzaro Lenza (Consigliere Comunale di Eboli), Marco Maddalo (Assessore Giffoni Sei Casali), Carmen Roma (Assessore Baronissi), Antonio Opramolla (Vice Sindaco di Serre), Fulvio Mormile (Costiera Amalfitana ), Pietro Pellegrino (Sindaco di Postiglione), Franco Mennella (Sindaco di Serre), Cristiano Meluccio (Assessore Centola), Ettore Poti (Vice Sindaco di Controne), Mario Fortunato (Vice Sindaco San Mango Piemonte), Marco Garofalo (Assessore Camerota), Orlando Laino (Assessore Camerota), Vincenzo Bove (Assessore Pellezzano), Luigi Marino (Assessore Aquara), Filippo Opramolla (Vice Sindaco di Postiglione), Luisa Maiuri (Assessore Castellabate), Franco Vecchio (Assessore Postiglione), Roberto Di Giacomo (Assessore San Cipriano Picentino), Costabile Nicoletti (Assessore Castellabate), Floriana Arena (Presidente Consiglio Comunale Postiglione), Luigi Di Martino (Consigliere Cus).
 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->