Cavese ko col Melfi. Longo: “Potevamo fare di più”

Scritto da , 29 Agosto 2015
image_pdfimage_print

“Vivo la sconfitta come un ko di campionato”, così Emilio Longo al termine dei novanta minuti che hanno visto la Cavese perdere per 1-2 contro il Melfi.
Ma quanta fatica per entrambe le squadre, tutta colpa di un caldo asfissiante. All’inizio, infatti, il rodaggio è molto lento. Al 6′ il Melfi mette il naso fuori dalla propria metà campo, con Arnaud che calcia di potenza senza trovare però lo specchio della porta. All’11 il primo sussulto biancoblu: bella azione conclusa da Tedesco per Serrone che va in gol, ma l’ex Roma è in fuorigioco. Nuovi pericoli per il numero uno ospite arrivano a fine primo tempo. Al 43′ il piatto destro di D’Anna su assist di Sabatucci va sopra la traversa, due minuti più tardi riecco Serrone. Il suo tiro dai venticinque metri sfiora il palo.
Ma alla prima vera occasione del Melfi arriva la beffa, perfetto il diagonale di Herrera al minuto nove che batte Conti. Proprio come contro il Benevento nell’amichevole di inizio agosto, anche questa volta però la risposta della Cavese è imminente. Ma a fermare la squadra di Longo ci pensa ancora una volta il direttore di gara che annulla la rete di Ausiello. Il forcing, comunque, porta i suoi frutti. Al 31′ Del Sorbo si procura il rigore e lo trasforma con grande freddezza. Solo qualche giro di lancette e potrebbe arrivare anche il 2-1 con Varriale, ma l’attaccante è anticipato ottimamente da Santurro. Proprio come Conti che al 42′ blocca il tiro centrale di Herrera. Ma al 45′ il numero dieci del Melfi chiude la gara con il rigore che sa tanto di beffa per la Cavese.
Al di là del passo falso, negli spogliatoi il tecnico Emilio Longo si dichiara poco soddisfatto: “Potevamo fare qualcosa in più specialmente nel primo tempo, ma i meccanismi vanno ancora rodati. Per la mole di gioco fatta dovevamo essere più incisivi sotto porta e non dovevamo lasciare troppo solo Del Sorbo. Ovviamente ho visto anche cose positive, come l’agonismo, le motivazioni e la bravura nel conquistare palla. Non essendoci la Coppa Italia, questo per noi era come un test ufficiale. Ed ecco perché ho fatto solo tre cambi ed ho lasciato fuori D’Ancora e De Rosa che saranno squalificati per l’inizio del campionato”.
CAVESE: Conti, Cicerelli, Esposito, Galullo, Sabatucci, Petti, Di Deo (dal 33′ st Aliperta), Serrone (dal 25′ st Petti), D’Anna, Del Sorbo, Tedesco (dal 14′ st Varriale). All.: Longo
MELFI: Gagliardini (dal 1′ st Santurro), Annoni, Nicolao (dal 1′ st Amelio), Giacomarro, Cason, Scognamiglio (dal 25′ st Chiarello), Canotto (dal 18′ st Libutti), Prezioso, Arnaud (dal 38′ st Veratti), Herrera, Longo. All.: Palumbo
Arbitro: Striamo di Salerno (Pastena-Vitale)
Reti: 9′ e 45′ su rig. st Herrera (M), 32′ st su rig. Del Sorbo (C).

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->