Cava de’ Tirreni si prepara alla fine del Mondo

Scritto da , 18 dicembre 2012
image_pdfimage_print

Maya o non maya, a Cava de’ Tirreni la fine del mondo ci sarà. Ormai è tutto pronto, compresi gli spot che annunciano l’imminente evento che si terrà il 21 dicembre. Tutti in piazza Duomo ad attendere la profezia con il dj Fargetta ma soprattutto con il Divino Otelma. Una garanzia per i cavesi, dunque, che grazie all’indovino potranno conoscere (almeno si spera) gli eventi catastrofici un pò prima. Insomma in tempo per mettersi al riparo. Per chi pensasse ad uno scherzo, dopo l’annuncio della conferenza stampa di questa mattina, pare proprio che debba ricredersi. La fine del mondo metelliana ci sarà. Come ci sarà il Divino Otelma, direttamente dagli schermi televisivi. E chissà se ha già previsto qualcosa su Cava de’ Tirreni, colpita di recente da uno tsunami giudiziario e politico. Soprattutto occorrerà conoscere se ci sarà un prosieguo oppure no. Poco importa se la fine del mondo ci sarà. Dopo il 21, se Otelma non ci salverà, saremo tutti passati a miglior vita. Ma se supereremo la fatidica data allora un bel consulto di Otelma occorrerà a Galdi e la sua amministrazione comunale. A questo punto potrebbe anche arricchire la squadra di governo cittadino, occupando l’ottava poltrona disponibile. Fondamentalmente, a modo suo, è pur sempre un tecnico.
Tornando più seri, invece, come ogni cosa, a tutto c’è un costo. Compresa la festa della fine del mondo metelliana. E tra le prime delibere della rimpastata giunta (dopo lo tsunami) c’è l’approvazione delle “manifestazioni culturali, turistiche e di promozione del commercio per Natale 2012 e Notte Bianca 2013”. A conti fatti, la giunta comunale ha predisposto 105mila euro per il cartellone completo. Secondo le voci indicate: 75mila euro per i grandi eventi (insomma oltre la Notte Bianca anche la fine del Mondo); 7mila euro per manifestazioni sportive; 5mila euro per allestimento scenico ed impianti luce ed audio; 5mila euro per implementare le luminarie; 10mila per la pubblicità e 3mila euro per l’Autunno Cavese. Totale: 105mila euro appunto. Naturalmente soldi che saranno spesi, sempre che la fine del Mondo ci risparmi. La parola al Mago, Divino, Otelma.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->