L’album del centenario della Salernitana sbarca in edicola

L’album del centenario della Salernitana arriva nelle edicole di Salerno e provincia da lunedì 30 dicembre 2019 con il Corriere dello Sport.

Una raccolta esclusiva che grazie alla realtà aumentata vanta una funzionalità straordinaria per un prodotto storico, che conquista inevitabilmente i tifosi per l’innovazione applicata al collezionismo.

Attraverso l’app “Sentimento Granata” disponibile sugli store Apple e Android, basterà inquadrare le figurine per rivedere le coreografie storiche della “Curva Sud Siberiano” ed i gol memorabili che i supporters granata ricordano più di tutti.

Realizzato con una grafica curata e tante illustrazioni fatte a mano, è in assoluto il primo album storico d’Italia a contenere un capitolo dedicato alla tifoseria, con le coreografie della curva sud e la figurina rara del capo ultrà storico il “Siberiano”, oltre, alla selezione interattiva dei gol memorabili della storia granata ripercorsa tra serie A e serie B.

Nato per celebrare il “Sentimento Granata”, l’Album consente di vivere un’esperienza memorabile e unica nel suo genere, raccontando la storia in modo innovativo ma nel rispetto della tradizione, da tramandare di padre in figlio.

La collezione dedicata ai tifosi esprime la loro fede, la loro passione, verso la squadra della propria Città, dopo il lancio dello scorso 12 dicembre arriva in tutte le edicole di Salerno e provincia.




Album del Centenario: tutto risolto. Inizia la raccolta, perchè acquistarlo

Dopo il lancio a tambur battente sui social dei video teaser evocativi che vedevano protagonisti i tifosi (virale il video con Ciccio Rocco), ai quali ha fatto seguito la presentazione ufficiale alla città lo scorso 11 Ottobre in una conferenza stampa cui hanno preso parte personaggi storici che hanno fatto la storia del Club, insieme alla stampa locale, finalmente è disponibile l’Album del Centenario.

353 figurine, 116 pagine, 14 capitoli, 20 figurine rare, 1 App. Questi sono soltanto alcuni dei numeri che raccontano l’Album del Centenario. Frutto dell’ingegno, del buon gusto, dell’originalità di saper raccontare la Storia in una rassegna delle tappe più importanti negli avvenimenti e negli uomini che ne hanno segnato il percorso. L’Album del Centenario racconta il sentimento, passione, tifo, ma soprattutto parla ai tifosi, i veri destinatari dell’iniziativa. Non parliamo di una collezione di carta, ma di un vero e proprio manuale di Storia dell’US Salernitana 1919, raccontata attraverso le immagini e i contenuti multimediali grazie all’App “Sentimento Granata” che permette di rivivere le coreografie e i gol memorabili che hanno fatto impazzire di gioia i tifosi inquadrando una figurina. I Tifosi hanno subito risposto presente, manifestando il proprio entusiasmo già  nel periodo precedente al lancio ufficiale dell’iniziativa. Personaggi storici come De Maio, Genovese, Valese e Fusco presenti alla conferenza hanno dispensato complimenti in modo incondizionato per l’ottimo lavoro svolto, augurandosi che Salerno godrà ancora di iniziative all’altezza della passione della sua Piazza.

In questo articolo Vi voglio raccontare che significato hanno la bellezza, il fascino, le palpitazioni che salgono quando si “riapre” una bustina, e si sfilano dall’interno le figurine.

Unico è l’aggettivo che dobbiamo utilizzare per descrivere l’Album del Centenario, in quanto non esiste un precedente a livello nazionale che raccolga in modo pregevole e autorevole la storia centenaria di un Club suddividendola in capitoli dedicati ai combattenti, ai fantasisti, ai bomber, agli uomini determinanti etc. Ma soprattutto con una rassegna delle coreografie realizzate negli anni, dedicando una figurina disegnata a mano al Simbolo della Curva i cui tutti i tifosi si identificano: il Siberiano.  Non pienamente soddisfatti, è stata realizzata una copertina in “soft touch”. Ebbene si, un manipolo di salernitani si sono fermati a giudicare soltanto qualche imperfezione fisiologica e null’altro.

Il vero valore aggiunto della raccolta è l’interattività, conferita all’album attraverso un’app scaricabile dagli store Android e IOS, tramite la quale è possibile rivedere i gol storici, le coreografie e tanti altri contenuti esclusivi grazie alla Realtà Aumentata. Non esiste attualmente un precedente paragonabile in termini di resa grafica, autorevolezza, prestigio, interattività e quindi innovazione sia in italia che nel Mondo.

Di Bartolomei, Ferrara, Fusco, Tudisco, Del Grosso, Gattuso, i fratelli Tedesco, Breda, Pisano, Di Vaio, Chimenti, Di Napoli… E’ un’estasi per l’animo di chi ha trascorso anni ed anni in gradinata a gioire per i propri beniamini.  Ritrovare sull’album la curva festante nella partita contro la Lodigiani nel ‘93 – 94’, o per dire la magnifica coreografia realizzata in occasione della finale play – off della stessa stagione contro la Juve Stabia allo Stadio San Paolo, ma potrei dirvi della coreografia “B happy” divenuta virale in tutt’Italia ed oltre nel 2015 contro la Casertana… Sembra quasi che il tempo si sia fermato. Emozioni che salgono ancor più di giri quando ho preso in mano la figurina argentata del mitico Agostino di Bartolomei, che riporta alla mente i successi degli Anni d’Oro.

Ebbene sì, Chi ha realizzato l’Album del Centenario ha davvero dimostrato la passione, il senso di appartenenza, la creatività, l’amore per Salerno e la Salernitana, donando ai tifosi un pezzo da collezione che raccontasse il vero il Sentimento Granata dei supporters salernitani verso la propria “Bersagliera”.

 

 




“Sentimento Granata”: un album da collezione per il Centenario della Salernitana

Finisce l’attesa, è avvenuta oggi 11 Dicembre la presentazione del Progetto “Sentimento Granata” ideato da Creatiwa Studio e con una grande novità in serbo, prodotto con licenza della società U.S.Salernitana 1919.

Sentimento Granata, questo è il nome dato al progetto che ha come protagonista l’Album del Centenario della Salernitana. Una squadra che in 100 anni ha regalato gioie e dolori ai suoi sostenitori, e sono proprio loro che questo Natale potranno scartare un regalo speciale, più unico che raro, un album di figurine della squadra del cuore.

L’idea nasce da un tifoso salernitano il direttore creativo e fondatore dell’Agenzia di Comunicazione “Creatiwa Studio”, Giovanni Sapere che già nel 2018 proponeva la realizzazione di questo progetto, spinto dalla volontà di trasmettere una passione indescrivibile al figlio e dal desiderio di poter racchiudere tutti i ricordi legati alla squadra amata in qualcosa da custodire, per sempre.

Così come due sposi conservano memoria del loro giorno speciale in un album fotografico, così tale progetto vuole lasciare un ricordo indelebile ai tifosi che amano la Salernitana. 

II consenso positivo degli appassionati granata non tarda ad arrivare, spinti soprattutto dalla curiosità, a seguito della diffusione da parte di Creatiwa  Studio di un video sui social  Protagonisti un padre e un figlio, poche parole, occhi emozionati, un coro di tifosi e una frase: “Certe cose non spiegano, si tramandano” di padre in figlio – Sentimento Granata.

Questa era solo la punta dell’iceberg, Creatiwa Studio ha poi lanciato altri due teaser per alimentare l’attesa: il primo teaser vede protagonista un inconfondibile capo ultras, Ciccio Rocco con immagini che ben denotano i simboli della salernitana, un secondo teaser più incentrato sui tifosi e i loro cori. Tantissime sono state le visualizzazioni, i commenti e le domande dei curiosi.

Un lavoro lungo e dispendioso, ma l’obiettivo è stato raggiunto! 

 

Sentimento Granata è un progetto studiato per omaggiare questi ultimi 100 anni della Salernitana, i protagonisti della storia granata e trasmettere ai più giovani la passione per il Cavalluccio. Nasce così un album da collezione realizzato graficamente in modo minuzioso, basta pensare alla copertina soft touch con di sfondo lo stadio Vestuti e con disegnati a mano i tifosi della curva, naturalmente con tanti protagonisti in primo piano, da Breda a Pisano, passando per Di Bartolomei e Di Tacchio. Il prodotto è organizzato in capitoli descrittivi ben precisi, che prevedono una selezione corposa, con numeri davvero importanti per un progetto editoriale di questa portata se confrontato ad altre produzioni simili:

  • Scudetti e maglie, centrocampisti, presidenti, amarcord, fantasisti, coreografie, capitani, attaccanti, squadra del Centenario, bomber, vittorie e goal, difensori e allenatori. 
  • Album dal peso di 330 gr, 353 figurine, 116 pagine, 14 capitoli, 100 anni di storia. 

Niente è lasciato al caso, una sorpresa accompagna tutto, la Realtà Aumentata.

Chi sceglie di iniziare la raccolta potrà scaricare sul proprio smartphone l’app Sentimento Granata disponibile per IOS ed Android, con la quale si potranno inquadrare sezioni specifiche dell’album e figurine per rivivere in 3D contenuti unici, come gol memorabili, e coreografie della curva sud siberiano.

Un vero e proprio scrigno dedicato ai tifosi che da anni seguono appassionatamente la squadra Granata, non manca proprio nessuno, addiritura è stata realizzata una sezione con le figurine delle coreografie più significative, con in rilievo la figurina rara dello storico capo ultras Carmine Rinaldi, noto come Siberiano.

L’album sarà in vendita da giovedì 12 Dicembre 2019 in edizione speciale con incluso il cofanetto da 50 bustine sul sito www.sentimentogranata.it e presso i seguenti punti vendita:

  • Mondadori Store presso Centro commerciale Le Cotoniere
  • Mondadori Store C.so Vittorio Emanuele
  • C House Cafè presso Centro Commerciale Maximall
  • Supermercati Etè Gruppo Meda Carni in via R.Wenner – via S.Leonardo – Via Posidonia e via E.Caterina.

Da gennaio è prevista l’uscita in esclusiva nelle edicole di Salerno e provincia con il Corriere dello Sport.

 

Ufficio Stampa – Creatiwa Studio




A Salerno un nuovo locale di tendenza, l’Areperia Vamoss

L’uomo è un essere curioso di natura, per questo sempre affascinato a ricercare nuovi sapori ed ingredienti per il palato.

E’ per questo che spesso entrano a far parte della nostra alimentazione quotidiana alcuni piatti tipici di altri paesi.

Passeggiando nella città di Salerno, ad esempio, non si può non giungere nel centro storico della città, in via Mercanti, ricco di negozietti e ristorantini.

E’ qui che troverete una famiglia venezuelana che ha reso possibile a Salernitani e turisti, di gustare tutte le tipicità del Venezuela.

Si tratta di uno Street Food Venezuelano chiamato Vamoss!

L’Areperia Venezuelana è davvero coinvolgente, quando si varca la porta si avverte la sensazione di essere catapultati in un’altra realtà ed è semplice apprezzare le tipicità culinarie, la musica e lo stile del Paese.

Ad accogliervi ci sarà il sorriso di una famiglia dedita al lavoro e che ama realmente il suo Paese, capitanata dal Signor Vito Miquel.

Qui si possono gustare svariate tipologie di arepas, questo famoso piccolo pane a base di farina di mais bianco dalla forma rotonda e piatta da farcire con diversi ingredienti come pollo, manzo, formaggio, che la rendono davvero appetitosa, da ordinarne una dietro l’altra.

Preparate al momento, la semplicità delle arepas le rende perfette anche a vegetariani e celiaci.

Oltre al famoso pane, in questo ristorante tipico potrai ordinare anche altre tipicità dell’America Latina, le empanadas, un antipasto a forma di mezzaluna con un ripieno saporito a base di carne di manzo saporita, i patachones, frittelle di platano farcite, e ancora…burritos e tacos.

Se andate da Vamoss, dovete provare le particolarissime e invitanti patatine di platano, ovvero le platachips, croccanti e gustose servite calde, da accompagnare con varie salse.

Sfiziosi sono poi i “frijoles negros”, ovvero i fagioli neri, ricchi di sapore e speziati, ma non piccanti, i fagioli neri vengono consumati con carne mechada ovvero sfilettata, ma anche con pollo o formaggio come in alcune proposte di arepas quali La Bomba, Domino e Pabilon.

Fanno da cornice ai sapori tipici del Venezuela anche le bibite, come la cola venezuelana, Frescolita.

Vi è venuta fame? Allora recatevi subito da Vamoss, aperto a pranzo e a cena, e se non riuscite a raggiungere il ristorante, non temete, l’areperia fa consegne a domicilio.

Per Vamoss nessuna pausa estiva, potrete approfittare del relax delle ferie per dare il via a nuove scoperte gastronomiche.

Per curiosità e informazioni è possibile visitare questa realtà venezuelana sulla pagina facebook  e avere un assaggio del menù sul sito web.




Vendere casa a Salerno? C’è Casafelix – Ecco la mappa dei prezzi

Decidere di mettere in vendita la propria casa a Salerno da soli può essere dannoso e scegliere di farsi aiutare da un’agenzia c’è la decisione più strategica per la vostra vendita.  Si parte dalla stima dell’immobile al suggerimento del miglior prezzo di vendita o di eventuali modifiche strutturali, dalla promozione alla proposta d’acquisto, fino al preliminare di vendita e al rogito notarile.

Casafelix è un’agenzia Salernitana completa che supporta il cliente a 360°,  conosce bene il territorio in cui opera, ed ha una visione d’insieme e questo gli permette di fare scelte migliori, in modo tale da giungere alla vendita in minor tempo possibile.

Quello che facilmente si percepisce è che in fase di compravendita è importante tutelare e trasmettere sicurezza. Avere al fianco una agenzia Immobiliare esperta come Casafelix è un vantaggio fondamentale per vendere o acquistare la propria abitazione a Salerno che facilita la delicata fase di intermediazione tra acquirente e venditore rendendoli soddisfatti e tutelati.

Parliamoci chiaro, comprare e vendere casa è un affare delicato, meglio affidarsi agli esperti del settore, sia per la vendita della tua casa a Salerno, o in provincia, che per affittare, valutare, ma anche solo per un consiglio quando si parla di soluzioni abitative, meglio scegliere l’esperienza e la professionalità.

On line www.casafelix.net il portale dedicato a molte soluzioni immobiliare nel Salernitano.

I punti vendita si trovano in due quartieri centrali della città di Salerno:

Via Nizza, 210 – 089 275 6025 – 392 378 1112

Via Roma,5  – 089 995 2640- 393 330 6574

dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 20.00 – sabato dalle 09.00 alle 13.00

 

 

(Articolo con finalità promozionali a cura di Creatiwa Studio)




Autuori Surgelati: l’eccellenza arriva a Paestum

Cresce sempre di più l’approvazione del consumatore italiano verso gli alimenti surgelati, sono passati circa 60 anni da quando sono giunti nel nostro Paese, la crescita è stata esponenziale, come ha affermato di recente anche il presidente di IIas, ( Istituto Italiano Alimenti Surgelati).

Si parla di una vera e propria innovazione e sono passati già 90 anni dalla nascita della surgelazione industriale negli Stati Uniti.

Il consumatore  è informato e sa che i surgelati mantengono la nutrizionalità del fresco, con il vantaggio di averli disponibili durante tutto l’anno.

L’alimento surgelato è quello comodo e facile da preparare, perchè pulito e destinato a essere immediatamente cucinato, soprattutto in questo tempo, dove i ritmi frenetici della quotidianità non danno largo spazio alla fantasia in cucina.

Se poi a questo aggiungiamo che la praticità abbraccia la qualità, allora tutto cambia.

Da generazioni, il cognome Autuori viene associato alla pesca, la passione e l’esperienza si sentono forte e chiaro, sulle tavole viene proposta tutta la freschezza dei prodotti del mare e della terra, questo ha reso possibile l’espansione del marchio Autuori Surgelati.

Prima dal quartiere rinomato di Torrione poi nella zona del Parco Pinocchio di Salerno.

Autuori Surgelati è diventato un punto di riferimento per i Salernitani e non solo, mette a disposizione la sua conoscenza e competenza proponendo alla clientela svariati prodotti ittici di qualità controllata, ma anche verdure, carni, prodotti da forno, dolci e linee specifiche di prodotti senza glutine.

La catena però, con la mente rivolta sempre a nuovi orizzonti, ha accolto una nuova opportunità e ha aperto il suo terzo punto vendita a Capaccio Paestum, in via Sandro Pertini, 186, in collaborazione con l’azienda Paestum Gel.

Come in ogni punto punto vendita, grazie all’organizzazione nei banchi-frigo il cliente può scegliere con facilità tutto ciò che preferisce. E la cortesia del personale qualificato rende l’acquisto ancora più piacevole.

Ciò che contraddistingue Autuori Surgelati è l’accurata selezione dei prodotti e l’attenzione alla conservazione, il tutto per dimostrare la volontà ad essere sempre vicini al consumatore, confermando come il prodotto surgelato sia sicuro e incontaminato.

 




Il progetto italiano “MakerStarts” conquista il 47° Salone delle Invenzioni di Ginevra

Oltre 500 espositori, 800 invenzioni provenienti da ogni parte del mondo, confermano questo evento vetrina internazionale d’eccellenza

Presentato a Milano alla Digital Week, il progetto MakerStarts è sbarcato anche a Ginevra, dove si è appena concluso il 47° Salone delle Invenzioni, il più importante evento in materia di brevetti ed invenzioni a livello mondiale.

Il Salone di Ginevra è stato la perfetta occasione per far apprezzare il programma, nato per valorizzare e dar voce a idee, invenzioni e brevetti industriali. Ai microfoni del nuovo magazine italiano, Il Brevetto, testata dedicata al mondo delle invenzioni, lo stesso fondatore del Salone, Jean-Luc Vincent ha definito MakerStarts «un’opportunità unica e concreta per difendere e valorizzare idee e brevetti di migliaia di inventori, perfettamente in linea con lo spirito del Salone, creato per promuovere le idee migliori, in modo da finanziare e portare sul mercato le creazioni degli inventori che sono oggi qui presenti».

«Il progetto punta a colmare il vuoto che c’è tra la presentazione dell’invenzione e la creazione di una startup attraverso il marketing – ha spiegato Giovanni Sapere, direttore editoriale de Il Brevetto e project manager di MakerStarts – in affiancamento a tutti gli inventori nella concretizzazione delle proprie idee», che ha incontrato il favore di Stefano Lorenzoni (esperto in materia intellettuale) delegato per l’Italia al Salone.

Sulla stessa linea d’onda si colloca anche il pensiero della direttrice dell’evento, Gaëlle Grosjean, e del presidente di giuria, David Taji che hanno parlato dell’importanza centrale del ruolo del marketing per lo sviluppo delle invenzioni.

«Raccogliamo indirizzi e nominativi degli inventori grazie a una collaborazione con l’organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale – ha continuato Vincent – sarà interessante creare la sinergia tra il Salone e il progetto, per dare una ulteriore visibilità alle invenzioni. Fornire assistenza marketing alle idee più innovative potrebbe essere un fattore determinante».

«Senz’altro importante il programma MakerStarts per il Salone di Ginevra – ha affermato Lorenzoni ai microfoni de Il Brevetto – il supporto di esperti di marketing che possano guidare l’inventore in un percorso imprenditoriale, è la chiave del successo per molti inventori.

Con il mio bagaglio di 22 anni di esperienza – ha continuato Lorenzoni – fornisco supporto alle iniziative come questa, per offrire un’opportunità ad alcuni espositori e inventori di accedere alla realtà imprenditoriale con il giusto approccio, per avere le carte in regola e incuriosire imprenditori ed investitori che ogni anno vengono a visitare il Salone, ma che spesso non si fermano neanche a cercare di capire l’invenzione».

«Questi inventori vengono qui perché questa è una piattaforma dove tutti si incontrano e portano le loro invenzioni – ha spiegato la direttrice, Gaëlle Grosjean – perché qui vogliono testarle, e con questo incontro sperano che le loro invenzioni possano avere un successo e trovarsi poi sui mercati. Questo processo, ovviamente, è possibile solo grazie a un buon lavoro di marketing. Il marketing è vitale, sia esso per un salone o per un prodotto. Questa è una piattaforma dove si incontrano i visitatori professionali, e gli inventori vengono qui con le loro esperienze e partono con altre. Il marketing qui vive tutto l’anno e loro sono qui proprio per questo».

Un evento unico, che punta alla difesa e all’eliminazione delle problematiche che da sempre affliggono gli innovatori, a partire dalla pesante burocrazia fino ad arrivare al fenomeno del “patent trolling”. «Esistono due scuole di pensiero – ha spiegato Taji – una che prevede che i brevetti vengano accumulati dalle grandi multinazionali per avere l’esclusiva, dall’altra, invece, c’è chi pensa che i brevetti debbano essere lasciati a disposizione di tutti, come ha fatto di recente Toyota, mettendo a disposizione i propri brevetti sulle auto ibride».

Grande soddisfazione per il direttore della testata Il Brevetto e fondatore di MakerStarts,

Giovanni Sapere: «ringrazio il salone di Ginevra nella persona del suo fondatore, Jean-Luc Vincent, per aver accolto il progetto italiano MakerStarts con entusiasmo definendolo “unico”»

L’intero programma del MakerStarts e del format sarà oggetto di meeting internazionale il prossimo 28 settembre, a Palazzo Innovazione di Salerno sebbene l’evento sta conquistando favori all’interno dell’immenso panorama dei brevetti e delle invenzioni.

Jean-Luc Vincent (centro) – presidente e fondatore del Salone di Ginevra

Stefano Lorenzoni (destra) – delegato Italiano del Salone di Ginevra

Giovanni Sapere (sinistra) direttore editoriale & projectmanager MakerStarts

 




Giornalismo e Digital Marketing – Nuove opportunità di lavoro su Salerno

Creatiwa Studio si apre all’editoria: una nuova Testata giornalistica dedicata all’Innovazione verrà lanciata ufficialmente quest’ Estate.

La nota Agenzia di Comunicazione, già autrice di importanti campagne pubblicitarie, tra tutte ricordiamo la video affissione bordo campo durante la partita della Salernitana, apre i suoi locali alla formazione lavorativa di giovani pubblicisti.

Attualmente selezionata dall’Università degli Studi di Salerno per ospitare nei suoi locali la maturazione professionale di laurendi, ha deciso di allargare questa opportunità anche ad aspiranti giornalisti, desiderosi di farsi le ossa in un ambiente altamente stimolante.

Una logica presa in prestito dalle più innovative realtà nord europee, una visione del lavoro fluida e che comporti un ricco interscambio di competenze e l’interazione tra diverse professionalità!

Ami scrivere? QUI puoi candidarti per farlo!

 




Agenzia di Comunicazione | Creatiwa Studio ed il marketing di Valore

Comunicare i valori e la filosofia di Agenzia attraverso video testimonianze dei clienti

Una strategia intelligente e non banale, che va ad esprimere il massimo potenziale  della filosofia dell’agenzia di Salerno: comunicare valore e dare valore!

L’agenzia di Comunicazione salernitana più volte ha dimostrato di avere muscoli e di creare interessanti soluzioni di marketing e comunicazione: dall’inserzione dinamica allo Stadio Arechi durante una partita della Salernitana al video virale realizzato con il patrocinio dell’Associazione Vittime della Strada”.

Ogni azienda o agenzia vanta grandi risultati, numeri da capogiro, assoluta qualità e professionalità, però sono poche quelle che lo dimostrano.

Per questo la video intervista realizzata da Creatiwa Studio ai suoi clienti (alcune tra le più rilevanti realtà aziendali di Salerno e Provincia) risulta ancora più innovativa.

https://www.youtube.com/watch?v=NK3ObM2aPfw

Negli ultimi anni si è registrato un costante aumento delle aziende che hanno deciso di intraprendere strategie e campagne su Internet: Siti, Blog e Social Media, una costante digitalizzazione che Creatiwa Studio ha cavalcato con successo negli ultimi anni, avvalendosi anche da figure giovani e dalla spiccata creatività.

Fare Digital ha un costo, soprattutto se fatto bene e con contenuti di Qualità, ma al momento rappresenta uno degli investimenti economici più sicuri, sul lungo periodo, che molte volte generano anche importanti aumenti di Fatturato.

 




Smart speaker 2018: quale scegliere ?

Manca poco al Natale, e visto che il 2018 sembra essere l’anno degli smart speaker, vediamo di fare chiarezza su quale possa essere quello più performante.

Iniziamo con il dire che queste piccole e stilose casse sono dei veri e propri maggiordomi digitali che ad ogni vostro comando eseguiranno delle operazioni.

Il loro funzionamento è molto semplice, sono casse connesse Wifi e bluetooth con un sistema intelligente integrato, ognuno è dotato di uno o più microfoni capaci di riconoscere i comandi vocali dell’utente. Poi tramite connessione Wifi e con sistema operativo e connessione Wifi, lo speaker elaborerà le richieste.

Secondo Business Insider nel 2017 erano 35 milioni le unità vendute, nel 2018 il numero in previsione è di circa 56,3 milioni, è in assoluto l’accessorio di elettronica più richiesto.

I modelli in commercio sono davvero tanti, ma in questo articolo ci focalizzeremo su due modelli in particolare: Google Home o Amazon Echo.

Google Home è consigliato per chi usufruisce quotidianamente dell’ecosistema Google (Google play, Google Chromecast etc.), chi vuole utilizzare lo smart speaker per la ricerca di informazioni per la quotidianetà (calcolo percorso, meteo, promemoria.). Google Home ha un design simpatico con possibilità di personalizzazione, la griglia che copre gli speaker infatti è intercambiabile, per abbinare colorazioni diverse che meglio si adattano al vostro ambiente. L’audio non male, ma naturalmente non regge i confronti con JBL o l’Home Pod (non ne parleremo in questo articolo).

Google Home mini

Il suono è migliore di ciò che ci si può aspettare da un gadget così piccolo, con un’uscita audio da 3,5mm, che suggerisce all’utente di utilizzarlo con un altro speaker, associabile ad altri diffusori tramite bluetooth.

Per quanto riguarda il design, Google Home Mini si presenta con una forma meno compatta. Una cura nel design per niente casuale, che rende il dispositivo quasi invisibile, ecco perchè la scelta di nascondere i comandi per il volume.

Qui il link: https://store.google.com/it/category/connected_home

Amazon Echo è consigliato per chi usufruisce quotidianamente dell’ecosistema Amazon (Shopping, Prime, Amazon Music, Amazon Kindle, Audible, Kindle e Prime Video). Ha un suo sistema integrato di assistenza vocale proprietario e si chiama Alexa. Riproduce musica, chiama, risponde al telefono, ed è possibile impostare la sveglia. Ovviamente viene tutto legato all’ecosistema Amazon, tra Music Unlimited, lettura di Kindle, acquisti nel marketplace e accordi con altri servizi esterni (da SkyTG24 a Philips HUE, a JustEat). I modelli di smart speaker venduti al pubblico italiano sono quattro: l’Echo Dot, l’Echo Standard, il Plus e l’Echo Spot. I prezzi sono molto vantaggiosi, soprattutto  se pre-ordinati adesso ( link qui)

Amazon Echo Dot, è il più piccolo ed economico della gamma, proprio come Google Home mini, il prezzo è di 59 €. Ha un driver interno da 41 millimetri, che garantisce una qualità audio più che buono. Sulla base superiore vanta quattro tasti: due per il volume, uno per l’attivazione e l’altro per lo spegnimento microfono. È il miglior modo per entrare a far parte del mondo Alexa e provare l’ebbrezza di avere un assistente “factotum” a casa. Qui trovate il link diretto al prodotto .

In conclusione, la scelta deve essere dettata dalle vostre esigenze. Se siete amanti della musica e cercate uno speaker che si sostituisca a un impianto audio con prestazioni elevate, allora meglio optare per altri speaker, studiati apposta per questo.  Se invece la finalità è l’utilizzo di un assistente e un ascolto senza pretese, allora sia Google Home che Amazon Echo sono degli ottimi prodotti.

Cosa ne pensi? Cosa hai scelto di acquistare ?

Scrivilo nei commenti