Cirielli guarda alle Regionali «Pronto a scendere in campo»

di Andrea Pellegrino

«Pronto a candidarmi». Edmondo Cirielli scioglie le riserve e si dice pronto a sfidare Vincenzo De Luca. Il nome di Cirielli era stato già avanzato per la Campania dai Fratelli d’Italia su uno scacchiere nazionale più ampio e di coalizione. Un percorso politico che passerà proprio dalle imminenti elezioni europee: una buona affermazione del partito di Giorgia Meloni in Campania potrebbe aprire la strada verso la leadership e quindi verso Edmondo Cirielli. Ed è lo stesso deputato a sbilanciarsi nel corso di una intervista a Ottopagine. «Se fosse necessario, scenderei in campo senza problemi. Così come ho fatto all’epoca delle elezioni provinciali». All’epoca Cirielli sfidò l’uscente Angelo Villani e conquistò la guida di palazzo Sant’Agostino, dopo un lungo governo di centrosinistra. Tempo di europee ed amministrative ma anche già tempo di regionali. «Non capisco come faccia Vincenzo De Luca a ricandidarsi dopo la sua gestione», incalza Edmondo Cirielli ai microfoni di Pierluigi Melillo. Rilancia poil’allarme su Capaccio Paestum, chiedendo l’intervento del ministro dell’Interno, Matteo Salvini. «Mi giungono notizie di promesse elettorali di assunzioni in Consorzi. Non ho gli strumenti investigativi necessari ed è per questo che ho chiesto e ribadisco l’intervento di Matteo Salvini». Qui, prosegue Cirielli: «C’è Alfieri che ha scelto la professione di sindaco: lo è stato a Torchiara, suo paese; ad Agropoli ed ora si candida a Capaccio. Ma è il delegato all’agricoltura della regione Campania, quindi l’assessore di fatto, che vigila proprio sui consorzi di bonifica e che fa nominare i suoi vertici. Stiamo attenti, dunque, a quel che accade a Capaccio Paestum».




Indomita Salerno, sfida al Volley World

di Redazione  Sportiva

Si riparte. Dopo le festività si ritorna nuovamente in campo. Ad esordire per prima, nel 2019, la formazione femminile dell’Indomita Salerno guidata da coach Marco Mari che affronterà Volley World Napoli. Il tecnico salernitano e il capitano della squadra, Maria Carmela Izzo fanno il punto della situazione in vista del primo impegno che si terrà questo pomeriggio alle ore 18 nella palestra Vico San Nicola alle Fontanelle a Napoli per la sfida valida per l’undicesima giornata (la decima effettiva). Coach Mari analizza, alla vigilia della sfida, la situazione in casa Indomita: “Riprende finalmente il campionato. È stata una settimana particolare, noi non ci siamo allenati in maniera ottimale soprattutto per via delle condizioni climatiche, ma daremo filo da torcere all’avversario. Volley World ha due/tre attaccanti buoni, un’ottima palleggiatrice, ma ha fatto un paio di passi falsi, tra cui una sconfitta contro Ottavima con cui abbiamo vinto 3-0 in casa. Dobbiamo cambiare testa: non possiamo giocare la partita andando avanti nel punteggio e lasciando il set alle avversarie, oppure giocare alla palestra Senatore male come è accaduto nell’ultima gara. Anno nuovo, spero di vedere una squadra nuova. Capitan Izzo? Deve essere uno sprone e trascinare le sue compagne: dalla più grande alla più piccola”. Questo il commento di capitan Izzo: “Il mister ha ragione, siamo uscite malconce dall’ultima sfida in casa. Andiamo a Napoli per ottenere punti. Loro hanno già perso una partita contro Ottavima e questo può essere indicativo sulla loro forza. Non ci stiamo allenando bene a causa di queste condizioni meteo che non favoriscono la nostra presenza in palestra, in quanto molte ragazze vengono da fuori. Ci metteremo tutta la voglia per ottenere punti importanti. L’ultima sconfitta prima di Natale non ci voleva, è ora di rialzarci e vincere”.




Agropoli, sesta vittoria consecutiva. Primato nel mirino

di Christian Vitale

AGROPOLI – FAIANO 3-0
Agropoli: L.Russo; Maggio, Pappalardo, Russo F., Kamana (45′ Masocco), Graziani, Capozzoli (76′ Pascual), Di Lascio (88′ Toscano), Tandara (85′ Doto), Natiello, Limatola (76′ Lumbardu). A disp: Graziano, Della Torre, Raimondi, Gubinelli. All: Esposito
Faiano: Ginolfi; Consiglio, Imperiale, Maisto (90′ Erra C.), Scognamiglio, Di Giacomo, Di Somma (76′ Senatore), Erra L. (85′ Costabile), Liberto, Grieco (70′ Forino), Pellegrino A. A disp: Milione, Pellegrino S., Roscigno, Russomando, Gallo. All: Turco
ARBITRO: Dcimo di Napoli
RETI: 66′ rig.Natiello, 82′ Tandara, 87′ Doto).
NOTE: Ammoniti: Tandara, Limatola, Maisto. Espulsi: Lumbardu

Non si ferma l’Agropoli che batte il Faiano e conquista il sesto successo di fila.
La cronaca. Al 7′ punizione di Di Somma bloccata da Russo. All’ 11′ dopo un bel cross di Pappalardo, grande girata di Tandara che proteggeva alla grande la sfera e scaricava un destro alto di poco sulla traversa. Al 21′ palleggio e tiro da fuori di Maisto, palla sul fondo. Al 29′ dopo una sgroppata di Consiglio, la sfera finiva a Pellegrino: conclusione di Pellegrino bloccata da Luca Russo. Non accadeva più nulla fino al 42′ quando Natiello raccoglieva dal limite e calciava alto. Al 50′ bella girata in area di Tandara, palla fuori di poco per la deviazione di Consiglio. Al 52′ conclusione defilata di Pellegrino: nessun problema per Russo. Al 67’coast to coast in area di Capozzoli che veniva atterrato da Imperiale che nell’ occasione veniva ammonito. Dal dischetto Natiello spiazzava Ginolfi per l’1-0 a favore dell’Agropoli. All’80’ bella palla di Grieco, ma il colpo di testa di Erra terminava fuori di poco. Sul ribaltamento di fronte Tandara non riusciva a concretizzare. Raccoglieva Ginolfi. All’ 82′ però, la punta rumena raddoppiava. Ottimo due contro uno in contropiede avviato da Natiello e per l’ex Gelbison era un gioco da ragazzi insaccare solo davanti a Ginolfi. All’ 87′ arrivava il tris dei delfini con Doto, L’ Agropoli cala l’asso della sesta vittoria di fila e mette nel mirino il primo posto.




Due Principati, con Pinerolo tra punti e solidarietà

di Redazione Sprotiva

SALERNO – Doppia gara casalinga all’orizzonte per la P2P GIVOVA che al PalaCapriglia affronterà in rapida sequenza Pinerolo e Roma, dirette concorrenti. Si comincia il 16 dicembre ore 17 con la sfida al Pinerolo, compagine allenata da coach Massimo Moglio. La prossima avversaria ha vinto una volta in meno di Baronissi (2 contro 3), ha lo stesso numero di sconfitte (7) e un punto in meno delle irnine in classifica generale (9 contro 10). Grigolo, “prestata” alla P2P durante la Lega Volley Summer Tour, e compagne hanno vinto in una sola occasione in tre set ma insieme alla P2P GIVOVA sono la squadra che è arrivata più volte al tie break: due hurrà su cinque per Baronissi e uno (proprio contro la P2P all’andata) su cinque per le piemontesi. Stavolta, però nel faccia a faccia del Palasport di Capriglia che mette in palio punti pesantissimi in chiave salvezza, servirà soltanto vincere, portando via l’intera posta in palio. Lo sa bene la P2P, attesa dalla prima di due gare interne consecutive contro dirette concorrenti per la pool salvezza. La pool promozione, cioè il quinto posto occupato in questo momento da Martignacco, è distante solo quattro punti, ma occorre innanzitutto accumulare punti nelle prossime gare, prima di tracciare un nuovo bilancio con nuove proiezioni di classifica. Reduce dalla doppia trasferta di campionato e Coppa Italia, prima a Mondovì e poi a Sassuolo, il roster bianco rosso blu ha ricaricato le batterie e da ieri è ritornato in palestra per riprendere anche gli allenamenti tecnico-tattici, dopo la seduta pesi di mercoledì pomeriggio. Coach Guadalupi ha tutte le atlete a disposizioni, tutte consapevoli, insieme ai tifosi che non faranno al solito mancare il proprio sostegno (botteghino aperto dalle ore 15.30, biglietto 5 euro, ridotto 3 euro, presente sugli spalti anche una nutrita delegazione di baby pallavolisti del Centro Ester) che bisognerà dar fondo a tutte le proprie energie e qualità – tecniche, mentali e caratteriali – per svoltare in una partita da vincere. L’opposto estone Kajalina, la schiacciatrice Grigolo, l’altra attaccante Serena e la centrale Bertone sono gli elementi di spicco in casa Pinerolo, reduce dalla sconfitta casalinga al quinto set contro Roma. Al Palazzetto dello sport di Capriglia arbitreranno Giuseppe Maria Di Biasi e Davide Morgillo.
In occasione di P2P-Pinerolo, lo sguardo della società e del pubblico sarà rivolto anche alla solidarietà. Sarà, infatti, giornata Telethon a Capriglia.




Givova a Capo d’Orlando a caccia di punti preziosi

di redazione sportiva

Due trasferte consecutive in terra siciliana attendono la Givova Scafati, reduce da due sconfitte di fila (in trasferta a Biella e in casa contro Agrigento). Due trasferte dalle quali non può permettersi di tornare a mani vuote, per muovere la classifica e riportare fiducia ed entusiasmo nell’intero ambiente. Si comincia domani, alle ore 18, al PalaFantozzi, contro Benfapp Capo D’Orlando, che in classifica ha gli stessi punti dei gialloblù. Aveva iniziato molto bene la stagione il team messinese, ma è incappato in quattro stop consecutivi negli ultimi quattro turni, di cui due in casa e due in trasferta. Scenderà quindi in campo con il coltello tra i denti nella sfida contro i campani, valevole per la decima giornata di andata del campionato di serie A2 (girone ovest). La Givova Scafati, dal canto suo, arriverà a questo incontro con in campo un Tavernari in più, che ieri ha disputato il suo primo allenamento con i nuovi compagni, ma dovrà ancora fare a meno di Tommasini, la cui condizione fisica è sotto controllo e sarà valutata dallo staff medico di settimana in settimana. Dichiarazione di coach Lino Lardo: «Dobbiamo pensare a noi stessi più che all’avversario, perché veniamo da due sconfitte e ci attendono due trasferte in Sicilia, dalle quali dobbiamo assolutamente portare a casa dei punti. Andiamo domenica a Capo D’Orlando, dove troveremo una squadra reduce da un periodo difficile, ma noi dobbiamo trarre tesoro dalle ultime due gare perse per riprendere la marcia e gestire meglio certi momenti della partita, difendendo forte e cercando continuità di rendimento. Avremo di fronte un bel mix di giocatori esperti e giovani, una squadra insidiosa soprattutto per i due americani Triche e Parks, che rendono la partita tutt’altro che facile. Tutto dipenderà però da noi, dal nostro approccio, dalla nostra fame e dalla intelligenza nel riuscire a limitare le palle perse e a giocare più ordinati, così come stiamo facendo in allenamento. Disporremo in campo anche di Tavernari, che per noi è un innesto importante, in grado di darci leadership e canestri dalla lunga distanza, oltre ad essere capace di giocare in due ruoli».




Un derby spettacolo dalle mille emozioni: Bellizzi batte Angri e sale al comando

di Redazione Sportiva

SALERNO – È un vero e proprio capolavoro quello firmato dal Semprefarmacia.it Basket Bellizzi nell’8° turno del campionato di Serie C Gold. Al “PalaBerlinguer” i gialloblu si impongono 77-70 contro Angri Pallacanestro ed infliggono la prima sconfitta stagionale alla capolista.
La vittoria arriva al termine di un match dalle emozioni infinite, in cui i gialloblu hanno rischiato più volte di vedersi sfuggire di mano la partita. Ma il carattere e la capacità di soffrire hanno permesso agli uomini di coach Sanfilippo di restare sempre nel match, fino ad uno straordinario terzo quarto che ha segnato le sorti della gara. Con questi 2 punti, Bellizzi raggiunge quota 12 e condivide la vetta della classifica con ben altre quattro squadre: Pallacanestro Partenope, Basket Sarno, Pallacanestro Salerno e la stessa Angri. Bellizzi parte subito bene, con una grande aggressività che sorprende gli ospiti.
La tripla di Trapani e i due canestri di Malaluregalano il +7 ai padroni di casa (11-4), con coach Massaro che è costretto a chiamare il time-out. L’interruzione porta gli effetti sperati: Angri rientra meglio sul parquet, mentre Bellizzi commette palle perse in serie che spalancano le porte del contropiede ad Hankerson. In poco meno di 4’, i viaggianti mettono a segno un pesante 12-0 di parziale che ribalta il risultato (11-16). La tripla di Iannicelli chiude il primo quarto sul 14-16. Nella seconda frazione, Angri preme subito con decisione.
Trascinati da un Hankerson incontenibile, i grigiorossi provano una nuova fuga, portandosi sul 20-31. Bellizzi trova ancora una volta la reazione e all’intervallo il punteggio è 34-35. Alla ripresa del gioco, Bellizzi prova ad imprimere un’accelerata alla partita con un parziale di 7-0. Gli ospiti sono però bravi a non disunirsi e con capitan Forino completano la rimonta che riporta il punteggio in parità (45-45).
Spinti anche dal calore e dal sostegno incessante dei propri tifosi, i gialloblu gettano il cuore oltre l’ostacolo e danno un’altra spallata al match. Prima la tripla di Trapani, poi i sei punti di Malalu, conditi da due schiacciate che incendiano il palazzetto, e Bellizzi arriva all’ultimo intervallo avanti 54-47.
Nell’ultimo quarto le due squadre provano a dar fondo a tutte le proprie energie. La stanchezza inizia ad affiorare da entrambi i lati e gli attacchi hanno la meglio sulle difese in maniera sistematica. Ne vien fuori il parziale dal punteggio più alto (23-23), in cui però Angri non trova mai lo spunto per riacciuffare il risultato.
La sirena finale fissa il risultato sul 77-70, decreta il successo dei gialloblu e l’approdo in vetta alla classifica.




L’Agropoli asfalta la Scafatese

di Redazione Sportiva

AGROPOLI-SCAFATESE 3-0
Agropoli: Capone; Garofalo, Pappalardo, Giura, Kamana (62′ Russo), Di Filippo (81′ Belgrande), Capozzoli (71′ Luise), Masocco (75′ Di Lascio), D’Attilio (65′ Pascual), Natiello, Limatola. A disp: Luciano, Santonicola, Tafuri, Delli Santi.
Scafatese: Belviso; Cl.Amendola, Manzo, Biondi, Russo, Criscuolo, Nina (55′ Spera), Avino (92′ Cucca), Farriciello, Scognamiglio (68′ Simieri), Petrosino (81’Cariello). A disp: Menzione, Ci. Amendola, Esposito, Sannino, Vitiello. All: Contaldo.
Arbitro: Palomba di Torre del Greco
Assistenti: Iannello e Trotta di Nocera Inferiore
RETI: 13′ Capozzoli, 25′ D’Attilio, 62′ Capozzoli
Note: Ammonito: Avino. Calci d’angolo: 2-2
Agropoli troppo forte per la Scafatese che, in trasferta al Guariglia, cade per 3-0 contro i delfini. Dopo una fase di studio arrivava il vantaggio delfino, bella palla scodellata da Limatola sulla sinistra e Capozzoli in spaccata segnava beffando Belviso. Era il 13′. Tre minuti dopo delfini vicini al raddoppio: gran lancio di Masocco, ma questa volta Capozzoli non riusciva a concretizzare: bloccava Belviso. Al 24′ il 2-0 agropolese. Ancora una bella palla di Limatola dalla trequarti sinistra: D’Attilio era perfetto in anticipo sull’ uscita del portiere. Al 29′ punizione di Capozzoli, palla fuori di poco.Una prima mezz’ora letteralmente dominata dai delfini, tanto che la Scafatese si rendeva pericolosa solo al 34′, quando una svirgolata di Kamana finiva in corner, facendo percorrere un brivido a Capone. Al 36′ una punizione di Amendola veniva deviata in corner da Capone, al 38′ un tiro dal limite di Scognamiglio terminava sul fondo. Al 50′, sotto una pioggia battente, su una bell’ azione in ripartenza uno scambio volante tra D’Attilio e Capozzoli non si conretizzava: la conclusione del capitano delfino finiva debolmente tra le mani di Belviso. Al 53′ un bel tiro di Amendola da calcio piazzato terminava alto di poco. Al 62′ arrivava la terza rete delfina: bravissimo Capozzoli ad andare via dalla destra, da posizione defilata insaccava dal vertice destro dell’ area di rigore con un bel tiro di interno piede a giro. Al 64′ la Scafatese prova una reazione, ma Scognamiglio non riusciva ad impegnare severamente Capone. Al 71’Esposito concedeva una meritata standing ovation a Capozzoli, al suo posto entrava Luise. Al 78′ bella sgroppata in area di Pappalardo e tiro in porta del terzino, respingeva Belviso. Sulla ribattuta il tiro di Limatola veniva respinto da un difensore ospite. Un minuto dopo ci provava Avino per la Scafatese, nessun problema per Capone. All’ 88′ Agropoli vicino al poker: dopo una palla recuperata da Luise, il tiro di Pascual faceva la barba al palo della porta di Belviso. Non accadeva più nulla fino al termine dei quattro minuti di recupero. Una grande prestazione della squadra di Esposito, che vince e convince. Un bel viatico in vista dell’andata della semifinale di coppa con il Cervinara. I delfini salgono a quota 17 punti in classifica.