Castel S. Giorgio. Stop del sindaco alla vendita dei prodotti agricoli delle zone alluvionate

Scritto da , 17 Gennaio 2016
image_pdfimage_print

Castel San Giorgio. Stop del sindaco diCastel San Giorgiogio alla vendita dei prodotti agricoli proveniente dalle zone alluvionate dell’Agro nocerino sarnese. L’obiettivo del primo cittadino è quello di tutelare la salute della gente.
Braccio di ferro tra l’amministrazione comunale di Pasquale Sanmmartino (nella foto)  e l’Arpac sull’emergenza Solofrana e sul rischio avvelenamento per i cittadini dell’Agro Nocerino Sarnese e dell’Irno. Con ordinanza dello scorso 12 gennaio, il sindaco di Castel San Giorgio, ha vietato il commercio di prodotti agricoli provenienti dalle zone alluvionate lo scorso ottobre, ed inoltre anche vietato l’uso dell’acqua proveniente dai pozzi vicini alle zone alluvionate. Sì teme infatti che l’esondazione del Solofrana, uno dei corsi d’acqua più inquinati del nostro paese.  abbia potuto contaminare quell’area. Un rischio che per l’amministrazione è tutt’altro che remoto e quindi aveva scritto all’Arpac per cercare di ottenere un’analisi sui terreni e capire se il suo fosse stato avvelenato dal fiume killer.
A distanza di mesi il sindaco non ha ricevuto dall’Arpac nessun tipo di riscontro né sono stati effettuati dei sopralluoghi nelle zone interessate dalle esondazioni. Ecco perché lo scorso 12 gennaio Sammartino nell’ordinanza ad hoc scrive:” In via precauzionale, per la tutela e la salvaguardia della salute pubblica e delle matrici ambientali, per 30 giorni salvo proroga è vietata la raccolta e la commercializzazione il consumo dei prodotti agricoli provenienti dai fondi alluvionati lo scorso 29 ottobre, ed inoltre è vietato l’utilizzo delle acque dei pozzi ubicati nelle zone alluvionate sia per l’uso domestico che per l’irrigazione”. Una decisione drastica che interessa gran parte della popolazione di Castel San Giorgio ma che potrebbe essere seguita a raffica anche dei comuni vicini come Nocera Superiore oppure Roccapiemonte.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->