Caso Cucchi: un avvocato salernitano nel collegio difensivo

Scritto da , 30 Gennaio 2016
image_pdfimage_print

C’è anche l’avvocato salernitano Costantino Cardiello, nel collegio difensivo che assiste i cinque carabinieri indagati per il decesso di Stefano Cucchi. Il professionista ebolitano assiste, insieme ad altri legali, Francesco Tedesco , il militare finito al centro delle polemiche dopo la foto inserita su facebook dalla sorella del giovane (Ilaria). Ieri il primo round del processo bis con il conferimento dell’incarico da parte del Gip per l’incidente probatorio. Un incarico di rilievo, in considerazione anche del risalto mediatico, per il professionista ebolitano. Il Gip Elvira Tamburelli ha rigettato la richiesta di sostituzione del capo del team di periti per l’incidente probatorio sul caso di Stefano Cucchi, morto a Roma nel 2009 dopo una settimana dall’arresto per droga. La famiglia aveva chiesto che, nell’inchiesta bis, venisse sostituito Francesco Introna, medico legale dell’Università di Bari, ritenuto non imparziale. La sorella Ilaria: “Adesso ho paura perché so quanto conta il ruolo dei periti”. il nuovo incidente probatorio si dovrà rivalutare l’intero quadro di lesività sul corpo del geometra romano, morto in ospedale una settimana dopo il suo arresto, anche al fine di stabilire la sussistenza o meno di un nesso di causalità tra le lesioni subite a seguito del pestaggio e la sua morte.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->