Carta dei servizi non adottata, esposto in procura e richiesta di commissario ad acta

Scritto da , 27 ottobre 2016
comune_salerno

di Andrea Pellegrino

Richiesta di commissario ad acta ed esposto alla procura della Repubblica per la mancata adozione della Carta dei Servizi al Comune di Salerno. Torna alla carica il Movimento a difesa del Cittadino che dopo la sentenza favorevole del Tar di Salerno reitera la richiesta di adozione e chiede l’intervento di un commissario ad acta. Al momento, infatti, il Comune di Salerno, dopo la sentenza, non  ha provveduto a convocare, così come la normativa prevede, le associazioni dei consumatori per la redazione della carta dei servizi. Cosa ancora più grave, sebbene ci sia stata anche una diffida, ad oggi nei bandi di gara o negli affidamenti diretti non viene richiesto di possedere la carta dei servizi così come prevede la normativa.
Così, l’avvocato Antonio Bruno è stato incaricato dal presidente nazionale e dal responsabile dello sportello di Salerno avvocato Carlo Pirfo, a presentare anche, alla competente Procura della Repubblica, querela contro tutti i dirigenti del Comune interessati, per omissione di atti di ufficio con conseguente azione di risarcimento danni. Già ieri mattina, invece, l’avvocato Bruno ha richiesto la nomina di un commissario ad acta per l’adozione della carta dei servizi, così come disposto anche dal Tar.

Consiglia