Carmine è ancora in prognosi riservata

Scritto da , 17 febbraio 2016
image_pdfimage_print

di Massimo Salvo

Mentre una buona parte degli istituti salernitani scende in piazza per mostrargli stima e affetto, la vittima 16enne, Carmine Siniscalchi, è in ospedale a fare i conti con le ferite che stavano per togliergli la vita.

Come riporta infatti il sito web di informazione aSalerno.it, il giovane si trova in coma farmacologico, assistito con ventilazione meccanica, costantemente visionato e monitorato dai medici del “Ruggi”. La prognosi è ovviamente riservata. Al corteo si associano le decine e decine di messaggi che stanno in queste ore invadendo il suo profilo Facebook, compresi gli attestati di stima di chi certo non era un suo stretto amico. Ne sono un esempio alcuni giovani studenti dell’istituto per geometri “Di Palo”, che ieri mattina hanno fatto sapere di conoscere appena di vista Carmine, eppure di averne avuto sin da subito un’ottima impressione.

Intanto il suo aggressore, G.S, 16enne anch’egli, è ancora in stato di arresto con l’accusa di tentato omicidio. Le indagini proseguono e cercheranno di chiarire meglio se alla base dell’episodio ci fosse una tensione di fondo, magari culminata con la rottura dell’ombrello che ha dato il là all’accoltellamento.
Una voce, questa, che si è molto diffusa nelle ultime ore e che rischia di cambiare l’intero scenario fin qui delineatosi, narrante di un banale motivo tipico della giovane età dei due individui coinvolti.

Al “Genovesi”, teatro degli eventi, non si sa ancora se la cosiddetta “settimana dello studente” sarà regolarmente protratta o verrà interrotta, facendo di nuovo spazio alla classica lezione frontale: sarà il preside dell’istituto, Nicola Annunziata, a decidere il da farsi.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->