Carcere di Salerno, detenuto tenta di sgozzare il compagno di cella. Il direttore: Banale lite

Scritto da , 26 dicembre 2015

Vigilia di Natale di terrore e di sangue al carcere di Salerno: nella notte un detenuto ha tentato di sgozzare un compagno di cella con una bottiglia di prosecco dopo una banale lite.
L’uomo colpito al collo è  stato soccorso dagli agenti  della polizia penitenziaria e trasportato in codice rosso all’ospedale di Salerno dove è stato sottoposto ad un delicatissimo intetervento chirurgico. il detenuto è in prognosi riservata, il suo aggressore bloccato  con l’accusa di  tentato omicidio.  Le verifiche interne sull’episodio sono state già avviate, «lunedì mattina – dice il direttore Martone – saranno svolti altri accertamenti, per ora escludo che dietro la vicenda vi siano fattori o circostanze esterne. «Ritengo – conclude il direttore della casa circondariale – che il gesto sia conseguenza di una banale lite. I due da lungo tempo di conoscono e condividono la cella». Giovedi sera i detenuti avevano, tutti insieme, festeggiato il Natale. «Circostanza che si verifica ogni anno» chiarisce il direttore Martone. La lite, stando a quanto ricostruito finora, sarebbe avvenuta quando le celle erano già chiuse e non tra detenuti sottoposti a regime di alta sicurezza.

Consiglia