Caos luci, momenti di panico per una bambina smarrita

Scritto da , 9 dicembre 2015

Dopo il sospiro di sollievo derivante dalla giornata feriale di lunedì 7 dicembre, ieri a Salerno si sono avuti nuovi momenti di tensione e caos per l’afflusso turistico e cittadino per l’evento Luci d’Artista. Paralizzato il centro del capoluogo, nonostante le precauzioni messe in piedi per deviare il flusso di autovetture provenienti dalle autostrade in direzione stadio Arechi. Il maggior concentramento di persone, com’è noto, si è avuto su corso Vittorio Emanuele, dove l’eccessiva calca ha provocato qualche malore ed un eccessivo intralcio ai residenti. Intorno alle 18, poi, si è rischiato un episodio di  cronaca nera: in Piazza Portanova si è smarrita una bimba di origini anglosassoni, complice anche l’immensa folla ivi radunatasi per assistere alla sfilata di moda di una nota marca di stilisti all’interno del palazzo antistante l’Albero. Il panico si è diffuso rapidamente, tanto da rendere inevitabile l’arrivo di una pattuglia dei Carabinieri; gli uomini dell’Arma si sono prontamente messi alla ricerca della piccola, e nel giro di una mezz’ora sono riusciti a reperirla in un punto non troppo distante dall’accaduto. Commozione tra i presenti, che hanno tirato un sospiro di sollievo nel vedere la bimba riabbracciare i propri genitori. La temporanea sparizione, tuttavia, ha messo in evidenza i rischi in cui si può incorrere dinanzi a un evento di così ampia portata. Dinanzi a fatti del genere, perfino i disagi autostradali finiscono in secondo ordine, e il lieto fine non riduce le polemiche sui disordini di questi giorni di fuoco. Da rilevare che per un’oretta alcune vie sono state chiuse al traffico. Segnalato caos anche a Nocera e Cava.

Consiglia