Canile: “assunzioni sospette” La denuncia di un ex dipendente

Scritto da , 7 ottobre 2017

È polemica sulle assunzioni al canile di Ostaglio. A denunciare il tutto un ex dipendente che si sarebbe visto negare il reclutamento senza ragioni apparentemente valide perché, a suo dire, gestita dalla Lega Nazionale del Cane di Salerno che avrebbe preso in carico la struttura a titolo gratuito per evitare lo spostamento dei cani in quanto non a norma, condizione che ha portato al blocco degli accessi da circa un anno. Secondo quanto riferisce l’ex dipendente del canile comunale non sarebbe stato possibile emanare il bando per l’affidamento della gestione e la Lega del Cane si sarebbe occupata delle assunzioni, avvenuta attraverso due liste una preparata da quest’ultima e una seconda dalla precedente gestione, la società casertana Rifugio Agro Aversano che, secondo l’ex dipendente, avrebbe suggerito i nominativi del personale da assumere, a cui sarebbe poi stato chiesto di aprire una Partita Iva così da poter ottenere fondi comunali per 6 mesi, suddiviso mensilmente come rimborso spese. Affidamento diretto, dunque, che avrebbe portato all’esclusione di ex dipendenti a favore di ragazzi in alcuni casi estranei al mondo dei canili. Dal canto suo, la presidente della Lega del Cane di Salerno, Antonella Centanni, rifiuta ogni accusa dichiarando di non essere a conoscenza di alcuna lista. Secondo la Centanni, la Lega si starebbe occupando dei cani a titolo gratuito solo per evitarne lo spostamento senza entrare direttamente nel merito della gestione e, al momento dei controlli da parte degli Ispettori Criuv, la struttura sarebbe stata trovata non a norma ma non sarebbe stata avanzata richiesta di spostamento in quanto gli animali sarebbero stati in ottime condizioni di salute e, quindi, evitabile il trasferimento in strutture comunali fuori provincia. Tra le ragioni che avrebbero portato la Lega del Cane a lasciare la gestione del canile ci sarebbe la bassa tariffa che il Comune avrebbe potuto concedere al giorno per ogni singolo cane, pari a poco più di un euro. Inoltre, la gestione scadrebbe il prossimo 31 dicembre in quanto il Comune starebbe procedendo alla stesura del bando comunale, possibile nonostante lo status di non a norma poiché a breve dovrebbero iniziare i lavori di riqualificazione.

Consiglia

Cronaca

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->