Campania zona rossa, De Luca al vetriolo: “Eravamo pronti a chiudere da ottobre, meglio mandare a casa questo governo”

Scritto da , 13 Novembre 2020
image_pdfimage_print

Campania zona Rossa, il governatore De Luca ne ha per tutti, anche per il governo. “Noi, Regione Campania, eravamo per chiudere tutto a ottobre. La posizione della Campania era questa, semplice, chiara, abbiamo sempre dichiarato chiudere tutto per un mese per avere un’operazione di freno del contagio e per poter arrivare al Natale in condizioni di sostenibilità. Il governo ha fatto un’altra scelta, ha deciso di fare iniziative progressive di prendere provvedimenti sminuzzati, facendo la scelta della cd risposta proporzionale. Una scelta totalmente sbagliata perché il contagio aumenta in maniera lineare ma esponenziale. Questa scelta fatta dal governo ha fatto perdere due mesi preziosi nel corso dei quali abbiamo avuto un incremento drammatico dei contagi e dei decessi”. Poi l’attacco al governo: meglio che vada a casa: “Alla lista degli sciacalli si aggiunge un tale, di nome Di Maio. In questi giorni ho avuto modo di dire a qualche esponente del Pd che se bisogna stare al governo con questi personaggi, per quanto mi riguarda, è meglio mandare il governo a casa. Se ci sono ministri come Spadafora che ha raccontato solo bestialità fino alla settimana scorsa, oppure signori come Di Maio. Salvando 3-4 ministri, per il resto, questo non è un governo. Invece di andare allo sbaraglio sarebbe preferibile un governo che non produca il caos che invece è stato prodotto nel nostro Paese”.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->