Camorra: ‘pizzini’ boss Cesarano da carcere, arresti e sequestri

Scritto da , 23 ottobre 2013

Il boss Ferdinando Cesarano, protagonista nel 1998 di una evasione clamorosa da un’aula bunker a Salerno e poi catturato due anni dopo, dal carcere continuava a gestire gli ‘affari’ della cosca nel territorio fra Castellammare e Pompei grazie a ‘pizzini’ e cellulari forniti da agenti di polizia penitenziaria. E’ il quadro ricostruito da una indagine dei carabinieri, coordinata dalla Direzione distrettuale Antimafia di Napoli, che ha portato all’esecuzione di una misura cautelare nei confronti di 16 persone, due delle quali donne. A due persone la notifica e’ arrivata in carcere. I due agenti hanno avuto il beneficio dei domiciliari. Contestualmente, sequestro preventivo di beni per un valore di circa un milione di euro.

Consiglia