Cammarota propone a Savastano il “Bando della Solidarietà”

Scritto da , 13 Novembre 2012
image_pdfimage_print

“Una città carica di luci ma povera di solidarietà” con queste parole Antonio Cammarota inizia a parlare delle proposte a favore della Mensa dei poveri, che saranno esaminate in commissione martedì prossimo dove sarà presente anche l’assessore Savastano. “Le idee sono chiare e facili d’applicare, soprattutto perché il Comune non dovrà subire nessun costo aggiuntivo – Antonio Cammarota – i mezzi e le strutture sono già a disposizione”.
Aiutare i cittadini a dare una mano concreta alla mensa dei poveri, questo alla base dell’idea di Cammarota: “Il problema della Mensa dei poveri è che i cittadini hanno difficoltà a portare gli alimenti alla struttura, per questo motivo sarebbe ottimale istituire un’iniziativa che io chiamo “Bando della Solidarietà” con cui il Comune promuove e pubblicizza i commercianti e i ristoratori, che danno alimenti alla Mensa dei poveri”.Un’idea che parte dall’esperienza di quartiere per poi estendersi alla città: “Quest’idea è già adottata dell’associazione “La nostra libertà” ed è perfettamente riuscita”.
Antonio Cammarota ha voluto sottolineare, come il processo per aiutare e sostenere la parte più in difficoltà della città, sia di facile e immediata attuazione: “Basterebbe che i commercianti ponessero all’interno dei loro locali un carrello, dove i cittadini possano depositare prodotti alimentari dopo averli acquistati, ai commercianti ciò non costerebbe nulla, poiché la raccolta sarebbe attuata dal comune che ha già i mezzi per attuarlo, i furgoncini di Salerno Solidale e Salerno Pulita”. Non solo aiuto da parte dei negozianti ma anche dei ristoratori: “All’iniziativa potrebbero partecipare anche i ristoratori, poiché secondo le vigenti normative, questi non possono conservare prodotti cotti al termine della giornata lavorativa, al contrario ciò è permesso ai privati, il comune potrebbe andare a raccogliere i vari alimenti dai ristoratori che decideranno di aderire al “Bando della Solidarietà”. Con questa semplice iniziativa il beneficio per la parte di popolazione più sfortunata sarà infinito”. Non solo raccolta di alimenti ma anche altre iniziative: “Per poter concretamente aiutare coloro che sono in difficoltà si potrà anche provvedere ad istituire delle zone o dei quartieri adibiti a dormitori, dove queste persone possano recarsi la notte anziché dormire sotto i ponti, naturalmente poi saranno posti anche persone adibite al controllo e alla pulizia dei locali”. Non solo Luci d’Artista ma anche concrete iniziative “In un periodo come questo, in cui la città è sotto i riflettori, potrebbero essere poste in essere iniziative a favore della Mensa dei poveri, così da apportare ulteriore aiuto alla struttura”.  Salerno è già illuminata dalle luci, tra un po’ forse anche la solidarietà illuminerà le strade della città.
 

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->