Cammarota: “Errare è umano ma perseverare è diabolico”

Scritto da , 27 dicembre 2014
image_pdfimage_print

“I gravi fatti della vigilia di Natale ripetono, purtroppo, i disordini dello scorso anno e preludono  a ciò che capiterà a capodanno se non vi saranno serie misure per imporre  la visionedella festa e non del caos. Già lo scorso anno, sin dal mezzogiorno e fino a serata inoltrata Piazza Flavio Gioia, cuore e salotto della città, è stata campo di battaglia con lancio di bottiglie e di petardi, impedendo alle famiglie salernitane di vivere al propria città con la responsabilità di chi non ha predisposto le necessarie misure”. Lo scrive il consigliereComunale Antonio Cammarota.

“Basta, e bastava, poco. Vietare la vendita di alcoolici dopo le 12, vietare l’asporto di bottiglie e bicchieri di vetro, come si fa negli stadi; istallare telecamere a circuito chiuso con ampi cartelli indicatori e dissuasori, una visibile e significativa presenza di Forze dell’Ordine e Vigili Urbani, contenitori specifici per vetro e plastica; e chiudere finalmente il centro al traffico, e per il concerto di fine anno installare il palco verso via Roma in modo da consentire a tutti lo spettacolo e di evitare a tutti la pericolosa ressa”

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->