Cammarota: “Clamorosi i ritardi dell’Usca, ancora da smaltire le richieste del 6 gennaio”

Scritto da , 19 Gennaio 2022
image_pdfimage_print

Il clamoroso annuncio, che certifica il fallimento del sistema di tracciamento e di assistenza della sanità in Campania, arriva dal Presidente della Commissione Trasparenza del Comune di Salerno Antonio Cammarota: “Oggi in Commissione Politiche Sociali è stato accertato che l’Usca ieri (17 Gennaio, ndr), stava lavorando ancora le richieste del 6 gennaio”. “Una situazione inaccettabile che evidenzia il sostanziale blocco del sistema dei tracciamenti”, denuncia Cammarota, “ma anche dei pesanti ritardi per tutti i cittadini in attesa di una verifica della positività, e per tanti la necessità di mettersi in auto da positivi e quindi commettendo un reato, e per tanti di spendere i propri soldi nei centri privati a causa di un disservizio pubblico dovuto per legge”. “Le passerelle di oggi fanno da contrappasso alle denunce di ieri”, continua ancora il consigliere Antonio Cammarota, “perché sin dall’aprile 2021 in Consiglio Comunale, la sede che compete, con altri colleghi consiglieri avevamo proposto nuove Usca, in particolare alla Stazione Marittima o al Vestuti o all’Arechi, oppure l’intervento di associazioni in grado di gestire con personale sanitario ospedali da campo come la Croce Rossa o l’Humanitas, ma nulla è stato fatto”. “Eppure il Sindaco ha l’obbligo di istituire una Usca ogni cinquantamila abitanti”, conclude il consigliere Antonio Cammarota, “e risulta che solo Salerno versa nel caos, per cui appare necessario l’intervento immediato del Prefetto di Salerno”

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->