Calendario Gutenberg 2029, domenica la presentazione a Napoli

Domenica 19 Gennaio 2020 alle ore 11 sarà presentato ufficialmente, presso gli spazi espositivi di Palazzo Venezia – Napoli, il Calendario Gutenberg 2020. Il Calendario, nato da un Concorso nazionale bandito dalla Gutenberg Edizioni e riservato a tutti gli artisti residenti in Italia, ha visto la partecipazione di oltre 700 interpreti dell’arte contemporanea provenienti da tutte le regioni d’Italia. Le 12 opere, che accompagneranno gli altrettanti mesi del 2020, rappresentano nitidamente libere interpretazioni, rivisitazioni, intuizioni e visioni sul tema-guida di questa nuova edizione del Concorso: Natura e Territorio. La mostra sarà visitabile fino a Mercoledì 22 Gennaio 2020.
Il Concorso.
Giunto alla sua III° edizione, il Concorso Calendario Gutenberg continua nel suo intento di promuovere un substrato artistico nazionale spesso ingiustamente poco valorizzato. Da qui la scelta di creare un Concorso interamente gratuito per i partecipanti, i quali sono stati selezionati su criteri qualitativi e tecnici. Per la riuscita dell’evento sono stati infatti selezionati ben 12 Artisti provenienti da tutta Italia e che andranno a connotare gli altrettanti mesi di questi 2020 con le loro opere d’ampio respiro artistico. Inoltre, la casa editrice ha voluto dedicare anche la pubblicazione di un Catalogo d’Arte per altre 60 opere degne di note proveniente sempre dalla selezione delle oltre 700 tele candidate al Concorso. Una commissione composta da Davide Caramagna (Presidente Associazione culturale MM18) Luigi Caiffa (art consulting – Arteinvilla Alezio Lecce), Ciro Pirone (Presidente Associazione Arte MADI Movimento Internazionale Italia), Giuseppe Rescigno (artista) Ciro Ruggiero (lighting designer – SPARK) e Franco Baccaro (Baccaro Art Gallery – Pagani) ha selezionato le opere proposte da: Barbara Bonfilio (Cosenza), Roberta Ceudek (Milano), Sebastian De Gobbis (Verona), Simona Gloriani (Fiumicino), Monica Gorini (Milano), Giuseppe Greca (Enna), Maurizio Mafucci (Arezzo), Cesare Pinotti (Reggio Emilia), Giuseppe Sticchi (Napoli), Serena Tani (Firenze), Cesare Vignato (Vicenza), Alberto Volpin (Padova), oltre alla menzione speciale della Casa Editrice per il giovane artista Angelo Franco (Torino).
Palazzo Venezia.
Il palazzo fu donato dal Re di Napoli Ladislao II d’Angio’ Durazzo alla Serenissima Repubblica di Venezia intorno al 1412 con lo scopo di essere utilizzato come abitazione per i consoli generali a Napoli. Il “napoletano palazzo di Venezia”, fratello maggiore del più noto Palazzo Venezia di Roma, detto anche Palazzo della Residenza, è stato per circa quattrocento anni sede dell’ambasciata veneta nel Regno di Napoli. Grazie all’iniziativa di Gennaro Buccino, imprenditore napoletano, rivive da ormai diversi anni Palazzo Venezia, struttura di origine trecentesca, sita nel cuore di Spaccanapoli. Le sue sale sono state prima riaperte al pubblico in occasione del “Maggio dei monumenti 2009″ e poi adibite all’organizzazione di serate,eventi musicali ,mostre, rivolti a promuovere non solo la cultura e la tradizione, ma anche l’ingresso di nuovi artisti nel panorama partenopeo.
La Casa Editrice.
“Siamo orgogliosi nel constatare il grande entusiasmo mostrato per quest’ultima edizione del nostro Concorso. Ogni singolo artista ha contribuito ad accrescere la qualità dell’iniziativa oltre a dare all’intero staff della Gutenberg Edizioni una visione sempre più affascinante dello stato dell’arte contemporanea in Italia. Chiudiamo questa iniziativa con la consapevolezza di poter migliorare sempre più il percorso fin qui intrapreso e ci congediamo con un Arrivederci già proiettato all’edizione 2021 del Calendario Gutenberg”.