Caldoro contro De Luca: La stabilizzazione dei precari? Una truffa mediatica

Scritto da , 18 luglio 2015

Conferenza dei capigruppo regionali rinviata a martedì. Stessa cosa per la giunta per le elezioni e la commissione sul regolamento per la formazione dei gruppi consiliari. Rinviata a martedì anche la convocazione del Consiglio regionale, così come slitta ancora la composizione delle commissioni regionali. Il tutto mentre s’attende la decisione del Tribunale di Napoli su Vincenzo De Luca in merito al ricorso presentato dal Governatore contro il provvedimento di sospensione dalla carica. Intanto è scontro politico tra De Luca e l’ex presidente Caldoro sul fondo disabili e sulla stabilizzazione dei precari della sanità. Caldoro, infatti, parla di «Truffa mediatica». «Ho firmato io – dice l’ex governatore – l’avvio delle procedure per la stabilizzazione dei precari mentre De Luca invia una circolare per invitare gli uffici a proseguire nel lavoro da noi avviato. Ci vuole serietà e trasparenza. Con questo spirito si può collaborare ma se si alimentano truffe mediatiche diventa tutto più difficile. Basta leggere le carte». «Noi abbiamo avviato la stabilizzazione e le prime assunzioni – evidenzia ancora Caldoro – De Luca acceleri sulle assunzioni oggi possibili, sono 1118». L’ex presidente poi si sofferma sul tema della della disabilita’ ed il sociale. «Noi avevamo messo 17,5 milioni di euro, stabili ogni anno. De Luca ha messo di meno ed i tagli, sia chiaro, sono tutti del Governo. Oggi, dopo le critiche che abbiamo subito, la proposta della attuale Giunta non è di mettere i 100 milioni che avevano promesso ma 15 milioni, e neanche certi. Una idea ridicola. Meno di quanto avevamo messo noi. Questo e’ veramente gravissimo, una offesa a chi ha più bisogno ed una cifra iniqua. Non si può agire così». «E’ falso», risponde invece il governatore De Luca: « ”Disabili. Primo falso. Riceviamo dalla dott.sa Rosanna Romano Direttore delle Politiche Sociali della Regione Campania la seguente comunicazione. “Per il 2015 Il Fondo Nazionale Politiche Sociali è di 28 milioni; il Fondo Nazionale non Autosufficienza è di 33 milioni; quello regionale, ad oggi, ammonta a 15 milioni 800mila euro derivanti dalla sovratassa automobilistica. Inoltre il Decreto 108 del 10 ottobre 2014 aveva drasticamente tagliato l’assistenza a 1600 disabili con patologie intellettive». «Stabilizzazione Precari. Secondo falso: Non è agli atti della Regione Campania che una lettera protocollo 868 del 11.05.2015 nella quale si legge che “appare evidente la necessità… di procedere alla proroga dei contratti a tempo determinato fino al 31.12.2018″». Sull’argomento interviene anche Michele Schiano di Visconti, consigliere regionale di Forza Italia, che nella passata legislatura era presidente della Commissione Sanità. «Niente di più che la continuazione di quanto noi abbiamo già fatto con la Giunta Caldoro, ma con una corsa al ribasso. Ben venga che ci viene riconosciuto quello che abbiamo fatto – afferma – ma saremo vigili affinché si portino avanti provvedimenti già avviati da noi, come per esempio lo sblocco del turn over che abbiamo già ottenuto. La concretezza paga – conclude – dimostrino allora di operare bene a vantaggio di chi in Campania mostra di essere un’eccellenza».

Consiglia