Calcioscommesse, chiesto rinvio a giudizio per Conte

Scritto da , 7 luglio 2015
image_pdfimage_print

La procura di Cremona ha chiesto il rinvio a giudizio per il ct della Nazionale Antonio Conte alla fine dell’inchiesta sul calcioscommesse. L’accusa è di frode sportiva in relazione solo alla partita AlbinoLeffe-Siena del 29 maggio 2011. Ai tempi Conte era allenatore della squadra toscana. Cade, invece, l’accusaper associazione a delinquere. Verrà chiesta, inoltre, l’archiviazione per la partita Novara-Siena del 30 aprile 2011.Conte è uno dei 104 indagati per i quali la Procura di Cremona ha chiesto il rinvio a giudizio. Sono 60 le partite per cui c’è un’imputazione. Almeno 200 le partite in odore di combine, secondo la procura cremonese, otto quelle prescritte. Tra queste figura Napoli-Chievo del 31 maggio 2009 finita 3-0.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->