Botte a mamma e figlia a Santa Teresa, ecco la baby-gang della “Salerno bene

Scritto da , 27 marzo 2017

 

di Brigida Vicinanza

Sembrava una serata tranquilla, come tutte le altre, ma non per la piccola dodicenne vittima di un’aggressione senza precedenti sul lungomare salernitano. Tutto è partito da una denuncia dello zio su facebook, che ha postato la foto della dodicenne con le ferite medicate al pronto soccorso del San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona. Da sabato notte, si sono aperti scenari inimmaginabili che alzano il sipario sulle baby gang della “Salerno bene”. Un gruppo di circa 30 ragazzi hanno preso di mira la giovane originaria di Pomigliano d’Arco e trasferitasi da qualche anno a Salerno che frequenta la scuola media San Tommaso d’Aquino di Fratte. Fino ad arrivare a sabato sera quando dopo aver ricevuto una telefonata minatoria la giovane è stata aggredita verbalmente e fisicamente e con lei anche la madre, Barbara Gazzerino, nei pressi della spiaggia di Santa Teresa. Calci e dita alla gola per la giovanissima e spintoni alla madre che ad un certo punto accusando un malore è stata scaraventata a terra, sotto gli occhi di un’amica e dei passanti che però sono rimasti indifferenti e inermi. All’indifferenza si aggiungono le risate di un altro gruppetto di ragazzini che è rimasto a guardare lo “spettacolo”. Già dopo la telefonata la madre, preoccupata, ha allertato le Forze dell’Ordine per chiedere aiuto ma ha trovato risposta negativa: “Se non c’è l’aggressione non possiamo intervenire, non possiamo basarci su sensazioni”. Sensazioni confermate già 15 minuti dopo la telefonata della madre alla Questura di Salerno. Un’ambulanza del 118, intervenuta grazie alla chiamata della donna che era insieme alla Gazzerino, ha portato le due al pronto soccorso per le cure del caso. Da lì la denuncia, con tanto di nomi di ragazzini che erano stati identificati dalla giovane e dalla madre. Una situazione surreale, alla quale nemmeno la madre è riuscita a credere, fino a quando non ne è diventata la vittima. Vittima di baby gang, che hanno preso di mira una ragazzina di soli 12 anni. I ragazzi protagonisti sono tutti minorenni e hanno tra i 12 e i 14 anni, frequentano varie scuole della città e alcuni anche qualche istituto superiore. Ma non sono nuovi alle violenze. Alcuni nomi, che appaiono anche nella denuncia sporta da madre e figlia, si sono resi protagonisti di altri atti violenza il mese scorso, secondo alcune testimonianze di genitori che ora si dicono preoccupati. Botte e risse, tutte nel centro cittadino, avvenute tra il lungomare di Salerno e il Corso Vittorio Emanuele e in qualche caso in piazza Flavio Gioia. Allo choc della ragazzina si aggiunge quello della madre che non ha potuto difendere la figlia, ma addirittura è diventata una delle vittime dell’aggressione.

 

Consiglia