Borse di studio dalla Provincia per alunni meritevoli

La Provincia di Salerno premia 79 studenti salernitani, per loro una borsa di studio di 632 euro conquistata da medie voto altissime. «Ho preso tutti 10, questi riconoscimenti ripagano i sacrifici, in Italia non accade spesso» le parole di uno studente.
Si è tenuto ieri mattina, presso il salone Bottiglieri di Palazzo Sant’Agostino, la cerimonia di consegna delle borse di studio. L’iniziativa denominata “Premiamo il merito” era promossa dall’Assessorato diritto allo studio e formazione scolastica della Provincia di Salerno.  Sono 79 gli studenti meritevoli di questa borsa di studio per l’anno scolastico 2011/2012, tutti iscritti agli istituti secondari di secondo grado della provincia salernitana. I giovani vincitori hanno ricevuto, nell’ambito della cerimonia, un attestato e la borsa di studio di 632 euro direttamente dal neo presidente della Provincia di Salerno Antonio Iannone, alla sua prima uscita ufficiale con la nuova carica dell’ente.
«Per me questa prima uscita pubblica da presidente è motivo di grande felicità, soprattutto in questa circostanza – ha dichiarato Antonio Iannone – devo ringraziare Edmondo Cirielli che per quaranta mesi mi ha assegnato deleghe vicine al mondo giovanile ed io sin dai primi giorni ho voluto che le risorse finanziarie fossero dedicate, per quanto possibile, ai giovani. Ho voluto dare spazio agli studenti in difficoltà per facilitare il loro accesso allo studio e poi, sin da subito, ho voluto premiare il merito – ha proseguito il presidente della Provincia di Salerno – questi sono messaggi di fiducia per il futuro ed è giusto che chi è più bravo sia premiato e raggiunga i propri traguardi. Sono grato a questi 79 ragazzi che rappresentano il simbolo di una gioventù positiva. Siamo coscienti dei sacrifici e delle difficoltà che presenta la studio, oggi la scuola è fondamentale per la formazione. Bisogna rinsaldare il nostro vivere comunitario, ci serve per un progetto di riscatto, se ognuno fa bene la propria parte tutta la comunità ne risente positivamente».  
Tra i premiati anche Luigi Carpentieri, salernitano del liceo scientifico Severi, studente con la perfetta media del 10 in pagella: «E’ una bellissima sensazione essere premiati qui in Provincia, davanti a tanta gente, questo rende orgoglioso me, la mia famiglia ed anche i professori che mi hanno premiato quest’anno e si spera che con l’esame di maturità vada anche meglio. Preferisco le materie scientifiche come la matematica, chimica, fisica. Sul futuro ho tante idee, vorrei fare ingegneria gestionale però non si sa mai nella vita».
Con la media del 9,23, un’altra premiata Veronica Bonifacio ha espresso le sue emozioni dopo la cerimonia: «il cuore batte molto forte per questo riconoscimento, è testimonianza che qualche volta i sacrifici che si fanno vengono ricompensati, cosa che avviene raramente in questo periodo di crisi. Ho la media del 9,23 quindi tra il 9 e 10, all’esame di Stato sono passata con 96. Da grande vorrei fare la stilista, infatti sto frequentando un istituto di moda a Napoli. Per noi giovani è importante essere sostenuti dalle istituzioni e queste piccole ricompense ci fanno sperare per il futuro».