Bonavitacola: Migliore e le primarie

Scritto da , 19 gennaio 2015
image_pdfimage_print

Dopo solo poche settimane d’iscrizione al PD il deputato Migliore usa un linguaggio più doroteo che riferibile a Che Guevara. Dopo tre interviste a testata multipla di qualche giorno fa non si è capito cosa volesse fare. Nella dichiarazione odierna chiede che siano gli organismi regionali a decidere le sue sorti. Vorrei informarlo che da mesi e’ stato approvato un Regolamento per dare la parola ad iscritti e cittadini con le elezioni primarie. Non avendo ottenuto investiture divine, Migliore e’ tornato sulla terra come comune mortale che accetta persino di fare le primarie. Bontà sua. A fronte di tale generosità, sono per non avere nessuna chiusura, purché

nel rispetto di elementari principi di serietà nei confronti dei nostri militanti ed elettori. Si può derogare alla chiusura delle candidature anche per gli iscritti al PD, come è’ stato deciso per i rappresentanti di altre forze del centrosinistra. Ma si chiuda una volta per sempre questa giostra ridicola e si vada al voto il 1 febbraio senza regalare un solo altro minuto alla destra.

Fulvio Bonavitacola

deputato PD

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->