Bomba d’acqua in costiera Amalfitana, esonda il torrente Dragone ad Atrani

Scritto da , 27 Agosto 2021
image_pdfimage_print

di Antonio Abate

Il maltempo che si è abbattuto ieri pomeriggio sulla provincia di Salerno ha creato forti disagi in Costiera Amalfitana. A causa della forte pioggia è venuto giù una tale quantità di terriccio e detriti che le acque antistanti i comuni di Atrani e Maiori si sono colorate di marrone per lungo tempo. Il movimento franoso più importante si è verificato sotto l’area urbana del Comune di Ravello che, per fortuna, non ha coinvolto le abitazioni civili ma solamente insediamenti agricoli situati sul costone. Paura, invece, ad Atrani dove il fiume Dragone è uscito fuori dagli argini facendo scattare il piano di emergenza: al suono delle sirene innescato dal sistema di monitoraggio elettronico, è stata liberata dalle auto via dei Dogi. «C’è stato qualche danno ma – ha dichiarato Il sindaco Luciano De Rosa Laderchi – fortunatamente, nulla di grave». Contestualmente sono stati fatti chiudere alcuni ristoranti ed è stata sgomberata la piazza. «Siamo stati previdenti perchè l’esperienza insegna», ha sottolineato il primo cittadino facendo indirettamente riferimento alla frana che nel settembre 2010 provocà la morte di una ragazza. Al lavoro sono stati impiegati i volontari che hanno provveduto a ripulire le caditoie, per gran parte otturate. Gravi disagi si sono registrati anche nel Comune di Minori dove un fiume di acqua e fango ha otturato un canale del Genio Civile in località Villamena, probabilmente a causa di una frana a monte. L’abitato è stato invaso da fango, acqua e pietre, tanto da indurre il sindaco Andrea Reale a raccomandare fare attenzione ed ha invitato i cittadini a lasciare i piani bassi delle proprie abitazioni e delle attività commerciali. Diversi metri cubi di materiale, terra e pietrisco hanno invaso la strada che collega il centro alle frazioni. Sono entrati subito in azione alcuni mezzi meccanici per ripulire l’arteria con il supporto di Vigili del Fuoco e uomini della Protezione Civile Millenium che hanno assistito la popolazione in difficoltà nelle operazioni di estrazione dell’acqua, mediante pompe idrovore, da garage, seminterrati e negozi che risultano allagati. Il sindaco Andrea Reale ha svolto anche un sopralluogo, accompagnato dai tecnici del Genio Civile prontamente intervenuti, per fare una prima stima dei danni. Le operazioni di sgombero si sono concluse intorno alle 19.00 e la strada è tornata transitabile. Durante il pomeriggio un elicottero dei vigili del fuoco del comando provinciale di Salerno ha perlustrato la zona per una verifica del costone a monte dell’area interessata dalla frana. Sul posto sono prontamente giunti una squadra del distaccamento di Maiori con due automezzi, una squadra di Nocera Inferiore con due automezzi e una squadra antincendio boschivo di Maiori con un automezzo.

Consiglia

Cronaca

Attualità

Spettacolo e Cultura

--sidebar-wrapper-->